menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Delusione Parma, due rigori contro e un arbitraggio discutibile

I gialloblù perdono per 2-1 contro il Catania nella II di campionato. Rammarico per il bel gioco e le tante occasioni non concretizzate. Mister Marino, espulso per proteste: "Non ho nulla da rimproverare alla squadra"

Due rigori contro e i gialloblù cadono a Catania. Non basta la spettacolare punizione di Giovinco ai ragazzi di mister Marino che hanno disputato un'ottima gara compromessa proprio dai penalty. All'11 del primo tempo su un contatto dubbio, Spolli cade in area e l'arbitro Tommasi concede il calcio di rigore trasformato da Mascara. Da quel momento in poi si vede solo il Parma che mette sotto la compagine di Giampaolo in tutti i settori del campo. Ma gli sforzi non portano al gol e la parola fine viene messa da Antenucci che si conquista a 9 minuti dal termine il secondo rigore. Al Parma resta la magra consolazione di aver convinto nel gioco, esprimendo un calcio brillante anche se meno concreto della prima di campionato. Espulsi Lucarelli per doppia ammonizione e l'allenatore Marino per proteste.

"Non ho nulla da rimproverare alla squadra - dice l'allenatore del Parma FC Pasquale Marino al termine di Catania-Parma 2-1 - In genere io non sono uno che perde la pazienza facilmente, ma oggi proprio non ce l'ho fatta. Forse ho detto qualche parola in più, ma senza mai offendere nessuno, parola che ha portato alla mia espulsione. E' veramente un peccato, perché il nostro portiere oggi è stato inoperoso, e per permettere al Catania di calciare in porta ci sono voluti due calci di rigore, mentre il Parma credo abbia creato veramente tante palle gol. Mi sono piaciuti l'affiatamento della squadra, la voglia di lottare; sotto di due reti potevamo riprendere in mano la partita, ma siamo stati sfortunati. Quando la squadra prepara una gara in una certa maniera, con calma, con grande applicazione per 15 giorni, è chiaro che ci sia un po' di rammarico e di rabbia, perché due settimane di lavoro sono state vanificate da oggi. Ma c'è anche tanta voglia di ripartire subito."

"E' un peccato, perché abbiamo fatto una buonissima gara", spiega Massimo Gobbi dopo la sconfitta rimediata oggi dal Parma al Massimino. Il centrocampista prosegue: "I due rigori ci hanno condannato, perché abbiamo avuto tante occasioni per raddrizzare il match che non sono andate dentro". Gobbi però cerca di lasciarsi subito alle spalle la giornata di oggi: "Adesso non ci resta che ripartire martedì in allenamento", appena finita la gara "Avevamo già voglia di giocare la prossima partita".

"Che questa partita serva da lezione. Io non sono abituato a lamentarmi ma non farlo oggi vuol dire mancare di rispetto alla nostra gente. Non è giusto, sono stati errori troppo grossolani". Durissimo Pietro Leonardi al termine della partita con l'arbitro Tommasi.

 

IL TABELLINO

Marcatori
: 11' p.t. Mascara (C) rig.; 36' s.t. Antenucci (C) rig.; 45' s.t. Giovinco (P)

CATANIA (4 3 1 2): Andujar; Potenza, Silvestre (Vice Cap.), Spolli, Capuano; Izco (12' s.t. Gomez), Biagianti, Ledesma; Ricchiuti (12' s.t. Carboni); M. Lopez (34' s.t. Antenucci), Mascara (Cap.).
Allenatore: Giampaolo
Non utilizzati: Campagnolo; Delvecchio, Alvarez, Terlizzi.

PARMA (4 3 3): Mirante; Antonelli, Lucarelli, Paci (Vice Cap.), Zaccardo; Gobbi (16' s.t. Candreva), Morrone (Cap.), Valiani, Marques, Bojinov (16' s.t. Crespo), Giovinco.
Allenatore: Marino
Non utilizzati: Pavarini; Dzemaili, Pisano, Paletta, Dellafiore.

Arbitro: Sig. Tommasi della Sezione A.I.A. di Bassano del Grappa
Assistenti: Sigg. De Luca e Giallatini
Quarto Ufficiale: Sig. Tozzi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento