Sport

Il Parma perde 3-0 con il Sassuolo: risultato severo, ma c'è bisogno di un aiuto dal mercato

Doppietta di Djuricic, gol di Manzari. Tra le note positive Buffon, straordinario su Caputo e Brunetta. Espulso Balogh. Buon test, ma serve gente funzionale al progetto

Dal nostro inviato
PARMA - C’è l’attesa di rivedere Gigi Buffon, torna a casa dopo 7357 giorni. Accolto dagli applausi di tutto lo stadio. C’è la voglia di pensare a un pizzico di vita normale, i 3200 del Tardini sono un buon colpo d’occhio. C’è Krause con la moglie in tribuna, dà il cinque ai suoi, come di consueto: speriamo che quest’anno porti bene… . E poi c’è il calcio, che seppure d’agosto, trasmette sempre la sensazione di essere più o meno liberi, in una notte in cui si avverte quanto manchi anche la sola sensazione di sentirsi tale. Completamente. C’è il Parma, e c’è il Sassuolo, la squadra contro cui il Parma a gennaio ha capito che sarebbe stata dura salvarsi. C’è ancora Dionisi, l’anno scorso sulla panchina dell’Empoli, a inaugurare l’anno al Tardini. Cambia squadra, speriamo sia di buon auspicio.

Ci sono anche le idee di Maresca: pressing altissimo, Sohm terzino che sale in mediana in fase di possesso. I piedi sono quelli che sono. Ma le idee di Enzo camminano anche sulle sue gambe. 4-1-4-1 in fase difensiva, con Kucka a protezione della retroguardia, Benek di punta. Inglese è in tribuna, sorridente, tirato a lucido. Ci sono tante cose, e pure il gol del Sassuolo che al 18’, con Djuricic che raccoglie il filtrante di Lopez e insacca Gigi. Valenti troppo staccato, gli permette di entrare in area. 1-0, ma il Parma reagisce e si rimette a giocare, anche se non calcia in porta. Si cerca di giocare di prima, di verticalizzare e di far circolare il pallone, ma se il Parma viene preso in mezzo fa fatica. Prima del vantaggio il Parma era stato pericoloso, con Daniele Iacoponi, che si è ripetuto al 36’, con un’azione orchestrata sulla destra con Man-Brunetta, che ha dato sfogo al tiro dell’11, ribattuto.

Il secondo tempo si apre con una paratissima di Buffon, straordinario il suo intervento su Caputo, a un passo dalla linea di porta. Il colpo di Ciccio è stato murato da Buffon, reattivo come ai vecchi tempi. Prima di uscire, per fare posto a Colombi, saluta proprio Ciccio, abbattuto da Balogh espulso. Il Parma in dieci si rimette a posto, con Kucka che arretra e Camara, Brugman e Marconi per Man, Benek e Daniele Iacoponi. Entra anche Dierckx per Valenti. Intanto il Sassuolo ha raddoppiato: 2-0, gol di Djuricic, di tacco. Su assist di Defrel. C’è tanto Parma tra le fila di Dionisi. Oltre al francese, ci sono Haraslin, Ferrari che è nato da queste parti, Traore che ci è passato da Parma. A 2’ dalla fine, c’è gloria anche per Manzari, per un 3-0 che è un po’ troppo severo, ma che deve far riflettere in casa Parma. Non tanto per quello che si è visto sul campo, il Sassuolo è di un’altra categoria, ci sta perdere, ma per quello cheti dovrà fare sul mercato, da qui alla fine. C’è un mese di tempo, ma il campionato è già alle porte. E tra poco sarà tempo di calcio vero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Parma perde 3-0 con il Sassuolo: risultato severo, ma c'è bisogno di un aiuto dal mercato

ParmaToday è in caricamento