Il Parma riparte da Collecchio: visite e allenamenti, Gervinho è a Parma

L'ivoriano, arrivato con il connazionale del Milan Kessie, si è sottoposto ieri al secondo tampone (negativo al primo) e aspetta l’esito

Gervinho - foto Instagram

Si riparte: sempre nell’incertezza, ma si riparte. Il Parma è pronto da un bel pezzo per quella che comunemente si definisce fase due. Tant’è che il centro sportivo di Collecchio, sanificato in ogni angolo e adibito per l’occasione, è pronto ad accogliere il ‘maxi-ritiro’ prima previsto dal Comitato Tecnico Scientifico che assiste il Governo in questa delicatissima fase di riapertura, poi congelato da Federcalcio e Lega che ne hanno inviato uno nuovo al ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, in attesa che sia approvato dal Cts. La scelta del Parma di premiare la sicurezza dei suoi atleti e di tutti quelli che lavorano a stretto contatto con loro, è stata difesa dalla società che ha deciso di andare avanti per la strada tracciata. E intanto aspetta di ricevere aggiornamenti sulla modalità di allenamento (individuale o di squadra) nel pomeriggio, visto che il nuovo protocollo inviato al Governo prevede più tamponi ogni quattro giorni, niente clausura per i giocatori che si allenano e che possono tornare a dormire nelle loro abitazioni e, in caso di un positivo nel gruppo  scatta l’automatico isolamento fiduciario per tutta la squadra presso una struttura concordata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto a Parma è arrivato anche Gervinho, ultimo ad aggregarsi al gruppo squadra. L’ivoriano è atterrato assieme al connazionale Kessie, centrocampista del Milan, il 15 maggio. E’ in attesa della negatività al secondo tampone (che ha fatto ieri): risultato negativo al primo, è rimasto lontano dal gruppo squadra in attesa. Intanto i compagni in mattinata al chiuso del centro sportivo blindato sosterranno le visite mediche di rito dopo aver svolto l’iter medico nei giorni scorsi servito per la ripartenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

Torna su
ParmaToday è in caricamento