Il Parma torna a casa: riapre il Centro Sportivo

Allenamenti singoli e facoltativi nel rispetto delle norme

Gianluca Caprari

Si respira aria di casa. A bussare per primo alla porta del Centro sportivo di Collecchio è Andrea Adorante dopo 57 giorni. Alle 8:40 tocca a lui varcare la soglia per entrare in quella che sarà la fase due dei crociati, cominciata sotto gli occhi vigili del Chief Operating Officier - il delegato alla sicurezza Stefano Perrone, accompagnato dal Team Manager Alessio Cracolici, con al fianco il medico sociale Paolo Manettii e il match analyst Marco Piccioni in borghese e non sul campo. 

L’impianto è attivo, sanificato, messo a punto secondo quelle che sono le norme igienico-sanitarie del protocollo interno al Parma che prevede allenamenti singoli e facoltativi nel rispetto delle distanze. Ingresso scaglionato del gruppo formato da Andrea Adorante, Simone Iacoponi, Simone Colombi, Juraj Kucka, Gianluca Caprari e Ionut Radu. Il ritorno alla normalità pare ancora lontano, ma un primo passo verso quella direzione è stato fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento