rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Sport

Inglese a casa! Il Parma lo scarica, si cerca un acquirente

Squadre frenate dall'ingaggio, ma cambiare aria è fondamentale per il calciatore che intanto, fino a nuova sistemazione, si allena al Mutti Training Center lontano dal gruppo

Roberto Inglese è ai ferri corti con il Parma. Il club ha deciso di metterlo fuori dal progetto tecnico, lo ha escluso dalla prima parte del ritiro al Mutti Trainin Center e non partirà neanche per Valles. Una scelta forte, voluta dal presidente Kyle Krause che tramite il suo nuovo braccio armato Roel Vaeyens ha fatto sapere all'attaccante che non c'è più spazio per lui nei piani del club. Inglese è legato ancora da un altro anno di contratto con il Parma (giugno 2024) e fino a quando non troverà una nuova destinazione potrà allenarsi al Centro Sportivo di Collecchio, lontano dal gruppo. Il club vuole tagliare di netto ogni legame con il passato e Inglese rappresenta (assieme a Pezzella) l'ultimo tassello da staccare dal muro. Entrambi sono finiti nel gruppo degli indesiderati e per loro si cerca un'acquirente che si faccia avanti.

Se nel caso di Pezzella è forte l'Empoli (mancherebbe l'accordo relativo al pagamento: il Parma vuole subito i soldi del cartellino, i toscani preferirebbero agire via prestito con obbligo di riscatto), per Inglese il caso è un po' più spinoso. L'attaccante è stato scaricato anche da Pecchia dopo che, nella stagione appena conclusa, lo aveva seriamente rivalutato: sotto la sua gestione sembrava che per Inglese ci fosse un nuovo inizia. Quattro gol nelle prime sei partite poi ancora la strada buia. Qualcosa però deve essersi rotto, tanto che nelle ultime otto gare Inglese ha collezionato 0 minuti. Mezzora, invece, dal 1° aprile al 3 giugno. Lo scarso impiego, per scelta tecnica non facilita di certo l'uscita. A questo c'è da aggiungere che tutte le squadre (dall'Ascoli al Modena, che qualche sondaggio con l'entourage del calciatore l'hanno fatto) sono frenate dall'ingaggio. Più di un milione di euro di stipendio, di questi tempi, è una cifra che tende a spaventare, a maggior ragione se si parla di un attaccante che negli ultimi tre anni ha messo insieme 65 presenze e sette gol. Pochi per convincere un club a puntare su di lui che rischia di rimanere al Parma anche senza giocare. Da qui in avanti, Vaeyens dovrà gestire anche questa situazione. La volontà è quella di chiudere definitivamente i conti con il passato, liberandosi di un contratto pesante. Potrebbe essere la scelta più giusta soprattutto per Inglese, un attaccante che nei primi anni di Parma ha mostrato a tutti il suo valore, la sua tecnica e il suo carisma, tenuti in ombra negli anni successivi da infortuni e chissà cos'altro. Cambiare aria farebbe bene, soprattutto a lui che deve ritrovarsi prima e rilanciarsi poi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inglese a casa! Il Parma lo scarica, si cerca un acquirente

ParmaToday è in caricamento