menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nevio Scala: "Abbiamo mandato un messaggio chiaro, calcio pulito"

Il presidente del Parma 1913 in un'intervista a SportinRomagna ripercorre le tappe della squadra, da quando era lui ad allenare. E sulla sfida del 21 a Forlì spiega: "Non sarà una gara campionato, ma se il Forlì dovesse perdere, il campionato sarà chiuso".

Parla Nevio Scala, Presidente del Parma, che in un'intervista a Simone Feroli di SportinRomagna ripercorre i ricordi e commenta la situazione attuale della squadra, che lui stesso ha portato ai vertici dell'Europa calcistica quando era allenatore e della grande risposta di affetto della città dopo il fallimento e la ripartenza dalla D.
Scala spiega che non si aspettava una risposta così grande dal pubblico, ma afferma che la città ha risposto bene al progetto. “Abbiamo mandato messaggi molto chiari: - afferma Scala - volevamo fare un calcio pulito, diverso da quello fatto di scandali e scandaletti. Le persone lo hanno capito ed il risultato è stato al di là di ogni previsione e i 10.500 abbonati ne sono la prova".
E alla domanda: “Questo Parma le ricorda il suo Parma?”, il presidente risponde:
"Mi sono scelto i miei uomini: Lorenzo Minotti, Luigi Apolloni, Fausto Pizzi ed Andrea Galassi, non avevo nessun dubbio sui ragazzi, i quali hanno costruito qualcosa di simile al Parma degli anni '90 e di questo sono orgoglioso e felice. Cerchiamo di fare quello che ha fatto quel Parma".
Poi parla della serie D: "Facile non è. La gente è abituata al Parma sui campi italiani ed europei: giocare in campi bruttini di fronte a duecento persone non è facile, per fortuna i nostri tifosi ci seguono anche in trasferta e creano un po' di atmosfera. Abbiamo superato questo momento e ci siamo calati nella realtà senza presunzione, abbiamo il dovere di dimenticare il passato".

Infine Scala parla della partita del 21 febbraio contro il Forlì al “Tullo Morgani” e conclude: "Ho visto la partita dell'andata ed il Forlì mi è sembrato tra le squadre migliori del girone. Ad oggi abbiamo un vantaggio importante. Sarà una sfida importantissima ma se si arriverà alla partita, come mi auguro, con lo stesso distacco (+9, ndr), avremo due risultati su tre. Se il Forlì sarà più forte e meriterà di vincere lo applaudiremo. Non sarà una gara campionato, ma se il Forlì dovesse perdere, il campionato sarà chiuso".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento