menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Josè Mauri e Alberto Cerri premiati a Coverciano tra i migliori Under 19

Josè Mauri e Alberto Cerri, i due ragazzi classe 1996 cresciuti nel Settore Giovanile del Parma Fc, entrambi ancora di proprietà del nostro club, sono stati premiati, ieri sera, al Museo del Calcio del Centro Tecnico Figc di Coverciano

Josè Mauri e Alberto Cerri, i due ragazzi classe 1996 cresciuti nel Settore Giovanile del Parma Fc, entrambi ancora di proprietà del nostro club, sono stati premiati, ieri sera, al Museo del Calcio del Centro Tecnico Figc di Coverciano tra i migliori giovani calciatori italiani Under 19 (dalla classe 1995 alla classe 1998). 

Il premio “Giovane Italia 2014 – I talenti del futuro" è istituito dall’omonima trasmissione di Sky Sport, guidata dal giornalista Paolo Ghisoni e dall’opinionista Stefano Nava, avvalendosi del giudizio espresso dai responsabili dei Settori Giovanili (tra cui il nostro Francesco Palmieri, che ieri ha accompagnato Mauri e Cerri), i quali hanno selezionato sedici giocatori, quattro (un portiere, un difensore, un centrocampista e un attaccante) per ogni annata.

Josè Mauri ha raccontato il suo momento personale e di gruppo con la maglia Crociata in una stagione in cui gioca con regolarità e rendimento positivo nel campionato di Serie A:”Se dite che sono io la nota positiva del Parma, è perché lavoro per la squadra, come ho sempre fatto. Il nostro momento difficile ? Sta andando tutto male, ma non dobbiamo trovare alibi, né con la sfortuna né con i tanti infortuni che abbiamo avuto. Lo spogliatoio è e rimane unito. Sono convinto che ci rialzeremo. Tatticamente sono impiegato in un nuovo ruolo, ma mi trovo bene. Nasco mediano, ma adesso il mister mi schiera da mezzala. Grazie anche a giocatori di qualità come Lodi e Cassano, che non si fa condizionare dai risultati ed è il nostro trascinatore, è un piacere giocare in questa posizione. Peccato solo per la classifica della squadra".

Per cui continua ad avere l’unico suo pensiero fisso, anche davanti a una possibile futura convocazione nell’Italia Under 21 del ct Luigi Di Biagio:"L’ho conosciuto pochi minuti fa e mi ha fatto molto piacere. La Nazionale sarebbe un premio, ma prima di tutto nella mia testa c'è il Parma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento