Che guaio: allo Stadium senza Gervinho

D'Aversa deve rinunciare all'ivoriano, fermatosi in allenamento venerdì

Gervinho - foto Ansa

Il Parma andrà allo Stadium senza Gervinho. L’ivoriano, mattatore della sfida di ritorno dello scorso campionato, si è fermato in allenamento. Il controllo per la recente lesione ai flessori della coscia sinistra a causa del persistere di una sintomatologia dolorosa durante attività di alta intensità. È stata evidenziata una zona fibrotica che risulta a rischio di recidiva, pertanto l’atleta eseguirà un programma di riabilitazione differenziato per la prossima settimana e non sarà disponibile per la gara di domenica sera. Non prenderà parte alla trasferta di Torino. Oltre a lui mancherà anche Alberto Grassi (frenato da lombalgia), giocatore tenuto a riposo per la sfida di Coppa con la Roma e – probabilmente – assente anche per la prima di ritorno a casa della Vecchia Signora. E’ andato dunque a farsi benedire il piano di recupero studiato per Gervinho da D’Aversa e dal suo staff, con una variante che era onestamente difficile da calcolare. Dopo un piccolo rodaggio contro il Lecce – dove è bastato qualche minuto per impensierire la retroguardia giallorossa – la settimana di Gervais avrebbe previsto riposo per giovedì per essere al massimo domenica all’Allianz, dove l’ultima volta si prese la copertina con un gol di tacco abbinato a un tap-in necessario ad evitare la sconfitta per il Parma. Fu quella una delle gioie più grandi del pessimo girone di ritorno, dove la squadra di D’Aversa trovò solamente tre vittorie: tante ne bastarono per salvarsi, in seguito allo splendido cammino fatto negli ultimi sei mesi del 2018.  

Il timore che possa accadere quello che è accaduto un anno fa è dietro l’angolo e – viste le premesse – il rischio di inciampare durante il cammino è elevato. A differenza dello scorso anno però i punti sono tre in più, la rosa è migliorata nelle alternative soprattutto in mezzo al campo, reparto dove Kurtic ha portato peso e forza, oltre che tecnica e duttilità. Il problema, aggravato dall’assenza di Gervinho, resta davanti. Il reparto d’attacco resta in emergenza, soprattutto in occasione della gara dello Stadium, dove D’Aversa deve ancora fare i conti con le condizioni precarie dei suoi arieti: le condizioni di Inglese e Cornelius, lontani dalla migliore forma, tengono in apprensione il tecnico crociato. Tutto nella norma – ha spiegato D’Aversa dopo la Roma precisando che – “Andreas ha fatto il primo tempo molto bene, chiaro che Roberto ha un percorso fisico più lungo rispetto a Cornelius perché sta lavorando da più tempo. Inglese convive con un fastidio alla caviglia e ha più problematiche nei movimenti e nello spingere, ma considerando i tempi è tutto normale, mi auguro che ben presto entrambi i giocatori arrivino ad una forma fisica ottimale”. Dietro questa dichiarazione si nasconde la speranza di averne almeno uno in condizioni decenti per la sfida dello Stadium, dove a questo punto anche la formazione diventa un rebus.

Sprocati è rientrato regolarmente dopo l’assenza in Coppa Italia, dove avrebbe dovuto giocare titolare. Messo fuori causa da un grave problema famigliare, l’esterno è tornato alla base e potrebbe essere lui il prescelto di D’Aversa, a meno che non giochi con il K3 dietro a Cornelius che parte favorito per battagliare contro Bonucci e compagni. Kulusevski, Kucka e Kurtic potrebbero essere riproposti alle spalle del vichingo, con il doppio mediano: Hernani e Scozzarella più di Barillà che quando vede la Juventus sa sempre fare male. In difesa rientrano i titolari: si rinnova il duello tutto portoghese tra Bruno Alves e il suo amico Cristiano Ronaldo, con Iacoponi pronto a serrare i ranghi. Darmian a destra e Gagliolo a sinistra, con la speranza che nessuno si faccia più male.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta una bimba di 8 anni nel suo negozio: arrestato commerciante 37enne

  • Terrore in A1, auto si schianta e si incendia vicino al treno deragliato: muore una 21enne parmense

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • "Addio Alessia, che tu ora possa trovare la serenità"

  • Sbarca a Parma la truffa del finto incidente: "Un giovane si butta sotto l'auto, simulando di essere investito"

Torna su
ParmaToday è in caricamento