menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto D'Aversa - foto Ansa

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Vigilia contro la Juventus, D'Aversa: "Niente paure, giochiamocela"

Il tecnico crociato in conferenza: "Una delle squadre più forti d'Europa, ma se vai a casa loro stando sotto schiaffo le prendi e basta"

Dal nostro inviato 

COLLECCHIO - Dopo la sconfitta contro la Spal patita in rimonta, il Parma ha un po' l'obbligo di reagire e il difficilissimo compito di arginare la forza della Juventus, arrabbiata dopo la figuraccia di Coppa Italia e con grande voglia di riprendere il suo cammino. Nello stadio che proprio il Parma ha inaugurato con una sonora sconfitta nel lontano 2011, D'Aversa va a giocarsi la sua partita senza timori ma con qualche preoccupazione, come comprensibile che sia. "Il contraccolpo lo abbiamo subito nella spartita con la Spal - ha detto in conferenza stampa - indietro non si può tornare ma si può prendere a insegnamento la sconfitta in modo che non succeda più. Abbiamo lavorato bene, non era semplice, i ragazzi hanno saputo reagire e sono stati anche bravi a isolarsi dalle voci di mercato. Di fronte avremo una delle squadre più forti d'Europa, la Juve ha avuto delle difficoltà nella partita singola ma non ha certo perso la propria forza. Il nostro pensiero non deve però essere questo, bisogna sicuramente fare la partita perfetta senza pensare che avremo davanti una squadra in difficoltà. Se loro accelerano noi non possiamo venir meno alla compattezza, alla forza d'animo e all'aggressività. Speriamo poi che abbiano una giornata storta, noi dobbiamo però fare la nostra partita, cercando di approfittare laddove te lo concedono. Sono abituati a vincere - continua il tecnico - a reagire dopo un passo falso. L'insegnamento lo prendiamo dalla partita di andata, il Parma nell'arco dell'intero campionato è stata una delle poche squadre a mettere in difficoltà una corazzata. Quella sconfitta ci è servita e li abbiamo capito che se ragioniamo da squadra possiamo competere. Nella vita non c'è nulla di impossibile. Bruno Alves? Essendo l'allenatore io sono felice che Bruno Alves sia un giocatore del Parma. Ci può dare tanto per raggiungere l'obiettivo. Che a prescindere dal mercato dobbiamo raggiungere. Non voglio più sentire parlare d'altro, ci interessa solamente la salvezza. Dobbiamo fare ancora molta strada ancora. Perché l'obiettivo non è stato raggiunto. La Juve partirà forte, hanno la possibilità in casa di reagire dopo una sconfitta e cercheranno di incanalare la partita subito sui loro binari preferiti. Noi dobbiamo saper rispondere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento