Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

"I nostri partner sono fantastici e hanno fatto molte grandi cose, ma può essere difficile quando otto persone insieme cercano di prendere decisioni"

Kyle Krause con la moglie Sharon - foto parmatoday.it

"Ero un tifoso della Juve e la mia famiglia è di Palermo, quindi il Palermo sarebbe stata la mia seconda squadra. Ecco dov'era stato il mio pregiudizio"

"Il piano è avere tutti insieme il prima possibile. Siamo stati coinvolti in conversazioni di mercato anche un paio di settimane prima del vero e proprio closing. Adesso stiamo sincronizzando le nostre stategie con i partners e i direttori sportivi: siamo tutti allineati". Così Kyle Krause, in un'intervista rilasciata a forzaitalianfootball.com, parla del suo progetto a lungo termine mettendo in guardia i tifosi del Parma, preparandoli. "Non stiamo aspettando di proposito, anzi credo che avremo alcuni annunci da fare nei prossimi uno o due giorni. Ci siamo, è solo questione di quando atterreranno". Detto questo, il focus si sposta poi sullgli obiettivi e sulla gestione. "Certamente vogliamo mantenere la posizione in Serie A, su questo non c'è dubbio. Sarà un progetto a lungo termine, per costruire ciò che stiamo cercando di fare  può passare attraverso rischi e un diverso tipo di processo decisionale. 

I nostri partner sono fantastici e hanno fatto molte grandi cose, ma può essere difficile quando otto persone insieme cercano di prendere decisioni. Quindi penso che vedremo un processo decisionale più agile e anche la capacità di investire per un tempo a lungo termine. Sono entusiasta di averli in un ruolo di supporto e non potrebbero essere più solidali - ha spiegato l'americano -."Sono stati fantastici, disponibili e hanno una passione. Vogliamo continuare con il loro supporto".

L'Europa? "Abbiamo abbastanza cambiamenti in corso, non voglio fare promesse irreali.  Mi piacerebbe arrivarci, ma probabilmente ci vorrà più tempo".

Lunedì ci sarà occasione di incontrare Joey Saputo: il derby con il Bologna si avvicina: "Assieme a Commisso mi ha aiutato durante il mio viaggio di apprendimento, che non è stato così lungo. Mi hanno dato qualche consiglio. Il motivo per cui ho contattato quei due è perché avevo alcuni d'affari con loro. E' stato facile raggiungerli. Stavo scambiando un po' di e-mail con Joey, purtroppo lunedì non sarà alla partita: è giusto che vinciamo noi". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento