menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Carra, consigliere delegato di Parma calcio 1913 - foto D. Fornari

Luca Carra, consigliere delegato di Parma calcio 1913 - foto D. Fornari

L'assemblea di Lega: tra gironi e diritti tv, il punto

C'era anche Luca Carra, consigliere delegato di Parma Calcio 1913 che, all'uscita dalla riunione ha parlato di un'ipotesi interessante: "Niente gironi verticali, meno chilometri ma più derby"

Si è svolta a Firenze l'assemblea della Lega Pro. Oltre ai temi all'ordine del giorno, il presidente Gravina ha illustrato progetti e novità. L'incontro è iniziato con l'approvazione dei criteri di ripartizione degli introiti derivanti dalla cessione dei diritti audiovisivi stagione sportiva 2015/2016 e l'approvazione delle linee-guida di cessione dei diritti audiovisivi stagione sportiva 2016/2017. E' stato poi discusso l'art. 18 bis dello Statuto per la nomina del presidente onorario della Lega che "viene conferito dall'assemblea alla personalità che il Direttivo, su proposta del presidente, ritiene meritevole di ricoprire tale incarico. E' individuato tra i soggetti, in possesso di alte qualità morali e culturali, che abbiano, altresì svolto un servizio meritevole in favore del calcio tale da dare lustro alla Lega Pro". Il presidente ha poi parlato ai club dell'istituzione di un fondo di solidarietà "a cui attingere e che servirà, in particolare, a quelle società che vivono una fase critica momentanea", come ha spiegato. Al capitolo innovazione, il numero uno della Lega Pro, ha evidenziato le attività dei primi 5 mesi di guida come, tra le varie, l'ottimizzazione dei costi, la riorganizzazione interna, l'informatizzazione degli uffici e del tesseramento e la costituzione della Commissione Marketing e di quella dedicata ai settori giovanili, la nascita del front office, uno sportello rivolto ai club promossi dalla D e un progetto sui valori del calcio per le scuole. Verrà inoltre incrementata l'attività Integrity. Altri progetti stanno prendendo vita: "Abbiamo sottoscritto un accordo con l'Università di Parma per un'iniziativa di crowfounding per acquistare dei defibrillatori negli stadi per i tifosi e ancora, il 15 giugno presenteremo un protocollo di intesa con Agenzia delle Entrate e Inps". "La Lega Pro sta lavorando sempre più nella direzione dei servizi ai club - ha dichiarato Gravina - con un accordo con Sisal per una biglietteria unica. Altri servizi dedicati alle società riguarderanno l'organizzazione delle trasferte, gli hotel e i trasporti". Infine, ampio spazio è stato dedicato a Lega Pro Channel. "Diventa il primo e unico canale al mondo - ha sottolineato il presidente della Lega Pro - a trasmettere in pay-per-view streaming un intero campionato di calcio con 50 milioni di contatti raggiunti in meno di 2 anni, da quando è nato, ovvero dall'agosto 2014. Diventa così un campionato sempre più digitalizzato". Sono state presentate tre proposte di abbinamento pensate per i club e i tifosi: 23,90 euro tutte le partite in trasferta di una singola squadra; 39,90 euro tutte le partite in casa e in trasferta di una singola squadra e la singola gara a 2,90 euro. Queste le parole del consigliere delegato del Parma, Luca Carra: "Sicuramente, com detto da Gravina, non faranno gironi verticali, allo stesso tempo però non so come intendono riequilibrare i gironi. Ho sentito dire da un collega toscano che nell’ultima assemblea era stato proposto di avere meno chilometri e più derby, noi non potremmo che essere d’accordo“.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma quasi 100 casi ma ci sono 7 decessi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento