menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cristian Zaccardo - foto Tm News Infophoto

Cristian Zaccardo - foto Tm News Infophoto

L'INTERVISTA | Zaccardo gioca Palermo-Parma: "Dico 1-1"

L'ex crociato e rosanero, campione del mondo con l'Italia di Lippi ha vestito la maglia del Parma 118 volte in campionato

L'avevamo lasciato conun messaggio postato su Linkedin, un popolare social network principalmente utilizzato per trovare un impiego. Roba insolita per un calciatore, diciamolo. E Cristian Zaccardo, senza squadra fino a qualche giorno fa, si è rivolto appunto a Linkedin per trovarne una. E ci è riuscito. Zac, come lo chiamavano a Parma, è lontano da noi, aveva salutato i crociati nel gennaio del 2013, in preda a un trasferimento strano e frettoloso. Ha indossato anche la fascia di capitano del Parma, ma il richiamo del Milan a 32 anni, dopo averne trascorsi a Parma quattro, è stato forte. Ha sempre seguito il cammino dei crociati - "faccio sempre il tifo per le mie ex squadre" - anche quando era in D. "Impossibile da immaginare che una piazza come Parma sia stata infangata in questo modo, ma per fortuna adesso sta risalendo. Ha tutto per arrivare in A, magari non subito, ma questa è una piazza che merita di tornare in alto - dice a ParmaToday.it -". Da poche ore Zaccardo vive a Malta, si è accasato all'Hamrum Spartans, squadra della massima divisione maltese che ha trovato proprio grazie al suo appello social e domenica guarderà la partita tra Palermo e Parma. 

Allora Zaccardo, possiamo dire che questa è un po' la sua partita?
"Penso di sì, sono state le due squadra a cui ho dato di più, in cui ho fatto meglio e da cui ho ricevuto moltissimo"

Quale ricordo la lega a Parma?
"A Parma stavo bene, ero vicino a casa. L'ho lasciata che era una bella città, aveva un grande centro sportivo e una buona squadra. Tifosi bravi e rispettosi, una delle città migliori in cui si possa fare calcio a un certo livello".

E' andato via di corsa, nel gennaio del 2013.
"C'è stato affetto e stima reciproca con il Parma e con i tifosi del Parma. Io sono andato via a malincuore perché stavo veramente bene e avevo pensato di comprare casa per fermarmi a vivere anche dopo il calcio. Poi è capitato che il Milan avesse bisogno di un difensore e lo cercava per i primi di gennaio. All'inizio avevo detto di no, volevo davvero rimanere ma poi la seconda volta a fine gennaio, quando mi hanno richiamato non ho potuto rifiutare. Il Milan non si può rifiutare... . Però dopo l'avventura rossonera avrei fatto carte false per tornare ma sapendo un po’ dei problemi societari non me la sono sentita. Peccato". zaccardo cristian calciatori

Quando ha cominciato ad accorgersi che c'erano problemi di natura economica?
"Si sentiva dire che c'erano problemi di liquidità, ma mai avremmo pensato a un fallimento"

Segue ancora il Parma?
"Certo, seguo sempre le squadre in cui sono stato bene"

Che partita si aspetta domenica?
"Una partita equilibrata. Il Palermo sarà senza tanti giocatori ma fa parte del calcio".

Dove può arrivare la squadra di D'Aversa?
"La Serie B è un campionato difficile, puoi essere a un passo dalla vetta oppure a un punto dalla retrocessione. Devi avere equilibrio. Dico che il Parma può arrivare ai play off tranquillamente".

Che effetto le fa vedere ancora Lucarelli giocare?
"Ale è un grandissimo, in tutti i sensi. Un uomo vero e un giocatore importante". 

Come finirà domenica?
"Dico pareggio, 1-1"

E' riuscito a trovare squadra con Linkedin, ci racconta come è nata quella idea? Come mai ha scelto Malta?
"Pensi che a Malta ci sono venuto per la prima volta con il Parma in un ritiro invernale. Era la stagione 2009/10, non la conoscevo prima. Ho sentito spesso sia direttori sportivi che procuratori, ero senza squadra ma il calcio è un mondo piccolo che prima o poi ti permette di ritrovare tutti. E ho pensato di fare un annuncio su questo social network. Mi sono arrivate un sacco di proposte da ogni parte del mondo, ma nessuna mi convinceva. Questa squadra (Hamrum Spartans) vuole crescere con me. Mi hanno fatto sentire importante". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Il Parma perde, condannato da Cerri: Serie B a un passo

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento