Sport

Parma, altra beffa a tempo scaduto: Muriqi gela Colombi al 90'

Il colpo di testa dell'attaccante della Lazio manda a casa il Parma, bravo a stringere i denti e a rimanere in partita fino alla fine. A Parolo risponde Mihaila, poi decide la zuccata del kosovaro

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Dal nostro inviato
ROMA – Altro giro, altro finale amaro per D'Aversa, che si vede togliere un altro sorriso dal volto teso. Il Parma pareggia con Mihaila dopo il gol di Parolo, sfiora il vantaggio e viene trafitto da Muriqi. Un gol che chiude l'avventura dei crociati in Coppa, con D'Aversa e i suoi che escono a testa altissima dall'Olimpico.

Il Parma zeppo di riserve si gioca il passaggio del turno contro la Lazio, con un solo titolare – Kurtic – schierato in difesa, con Dierckx e Cyprien che in fase di costruzione si abbassa molto. Quello di D’Aversa è un 4-3-3 che si maschera in fase di non possesso, chiude le linee e cerca di fare densità in mezzo, ripartendo quando può con gli esterni. La Lazio gioca a ritmi ridotti, c’è Muriqi davanti con Pereira, e sono proprio loro che collezionano i pericoli principali per il Parma, che prima di incassare il gol dall’ex Parolo, si vede scuotere due volte la porta prima con il pirata e poi con l’ex Manchester. Il gol arriva al 23’, ed è un graffio dell’ex, Parolo, che approfitta del movimento sbagliato della difesa del Parma e insacca alle spalle di Colombi. Il Parma qualcosa crea, Brunetta si guadagna un buon calcio d’angolo, recrimina su un tocco sospetto su Ricci in area biancoceleste. Resta sempre in partita, e nel secondo tempo prova (poco) a rimettersi in carreggiata. Quando la gara è in bilico, D’Aversa prova a mettere chili e fosforo con Hernani e Brugman. Il Parma palleggia di più, con pazienza cerca il varco giusto che trova a metà del secondo tempo, quando Brunetta vola di testa sulla palla che piove da sinistra. Il miracolo di Strakosha impedisce al pianista di cambiare musica, la traversa aiuta la Lazio a rimanere in vantaggio, su tap in di Mihaila. Che alla fine della partita è bravo e freddo a infilare Strakosha. Il pari è meritato, la Lazio ha pensato a controllare ma alla fine ha rischiato di andare ai supplementari. Mihaila prima ha pareggiato, poi ha rischiato di segnare il gol del vantaggio. Quello che ha trovato a un soffio dai supplementari Muriqi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, altra beffa a tempo scaduto: Muriqi gela Colombi al 90'

ParmaToday è in caricamento