menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Capitan Lucarelli: stavolta l'orgoglio non basta - foto Tm News Infophoto

Capitan Lucarelli: stavolta l'orgoglio non basta - foto Tm News Infophoto

Lazio-Parma 4-0 | In serie B con una disfatta: crociati surclassati

Parolo (10'), Klose (13'), Candreva (16') e Keità (81'), piegano una debolissima resistenza degli uomini di Donadoni che si schiantano in 16'. Timidi tentativi di ripresa, ma troppa differenza di valori. E la matematica condanna i ducali

In B con cinque giornate di anticipo. Un mese prima, il Parma saluta la serie A, probabilmente per un po' di tempo, ci si augura il meno possibile. Donadoni rincuora la squadra dopo la scoppola. Troppo forte la Lazio, troppo debole, anche psicologicamente il Parma, malgrado un inizio ottimo dei crociati.

Palladino e Belfodil, l’inedita coppia di attacco a cui si affida Donadoni. Il napoletano per corsa e sacrificio viene preferito a Coda. Schierato nella posizione di esterno sinistro, il numero 17 deve tornare spesso ad aiutare Gobbi che da quel lato se la deve vedere con un certo Felipe Anderson. Il 4-5-1 scelto dal tecnico, con Cassani a destra, diventa facilmente un 3-5-2 in fase di possesso palla e nello stesso tempo cerca di creare densità nel mezzo. Scelta non azzeccatissima, se si considera che al 10’, il centrocampo del Parma si dimentica di seguire Parolo che, dal limite, incastona la sua ottava perla. Ed esulta pure. E al 13’, manco a farlo apposta, la zampata di Klose chiude i giochi in largo anticipo. Anderson va via a Gobbi, mette in mezzo e Mirante respinge con i piedi. Sulla deviazione si precipita il tedesco. Tre minuti dopo festeggia pure Candreva, ringraziando la difesa crociata che si apre come le porte di un saloon, favorendo l’inserimento dell’ex crociato. Sei minuti di ordinaria follia. E il Parma aveva cominciato pure bene, con un paio di tentativi di Palladino murati da Marchetti.

LE PAGELLE 

L’unico ad accendersi, ogni tanto, è Palladino. Disturba sempre e crea problemi, si fa per dire, alla Lazio e non si arrende. Sul finire del tempo si fa deviare il tiro, dopo che Anderson e Candreva si sono divorati il 4-0. Il secondo tempo inizia con la squadra di Pioli che parte con il freno a mano tirato. Andreson si riposa, esce ed entra Keita, ma il ritmo si è comprensibilmente abbassato. E il Parma prova a fare qualcosina. Ma combina poco, un paio di sgroppate di Belfodil, un tiro di Mendes e la traversa di Lila con un tiro liftato che si stampa sulla barra orizzontale. La Lazio attacca sulle corsie laterali, fa man bassa di quella zona di campo e solo Mirante riesce a ritardare il poker. Che Keita sigla all’81 con un tap-in su assist di Candreva. La B è matematica. 

IL TABELLINO 

LAZIO-PARMA 4-0

Marcatori: 10' Parolo, 13' Klose, 16' Candreva, 81' Keita


lAZIO-4LAZIO 4-2-3-1: 22Marchetti, 8Basta, 33Mauricio, 2Ciani, 26Radu (75' Braafheid), Cataldi, 16Parolo, 87Candreva, 11Anderson (dal 64' 15Keita), 19Lulic, 11Klose (78 6Mauri)

parma calcio logo PARMA 3-5-2: 83Mirante, 2Cassani (dal 61' 27Santacroce), 4Mendes, 6Lucarelli, 26Varela, 3Lila, 21Lodi (75' 31Mariga), 23Nocerino, 18Gobbi, 10Belfodil, 17Palladino

Abritro: Calvarese

Ammoniti: Belfodil (P), Mirante (P), Varela (P), Klose (P)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento