menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto D'Aversa - foto Ansa

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Parma, piove sul bagnato: che emergenza a centrocampo

Grassi e Scozzarella out, Kucka si allena a parte e Barillà è rientrato in gruppo giovedì: all'orizzonte il possibile cambio di modulo per domenica

Piove sempre sul bagnato. Probabile che ogni volta che Roberto D’Aversa sente questa espressione si riveda nell’uomo senza ombrello che guarda la pozzanghera presa di mira dalle gocce d’acqua. Più piove e più si gonfia, una metafora che può essere accostata alla situazione attuale del Parma che anche contro la Lazio a Roma, nel posticipo della quarta giornata di campionato, si troverà ad affrontare una delle squadre migliori del campionato con la mediana praticamente ridotta al lumicino.

E in piena emergenza si prova almeno a recuperare Alberto Grassi, fermo ufficialmente per un problema di poco conto che lo staff medico aveva messo in conto di risolvere già una settimana fa. E se Kucka poteva o doveva essere disponibile, qualcosa anche qui non ha funzionato benissimo, adesso D’Aversa ha gli uomini contati e prega che a Barillà – tornato in gruppo giovedì – non venga un raffreddore. Perché se così dovesse capitare, con i soli Brugman ed Hernani di ruolo, in mediana dovrebbe scalare Kulusevski che per Bob è un esterno d’attacco, oppure bisognerebbe affidarsi al 3-4-3 (che poi sarebbe un 3-4-2-1 con Gervinho e il talento svedese alle spalle di Inglese).

Soluzione, l’ultima, affatto remota: in piena emergenza il Parma di D’Aversa ha spesso adottato lo schieramento a tre in difesa. Con tre centrali che garantiscono affidabilità e conoscono già i movimenti, Bob potrebbe pensare di utilizzarlo come ha fatto alla fine della partita contro il Cagliari, prima che Gagliolo rovinasse tutto e consegnasse nelle mani del Cagliari punti d’oro che spettavano più ai suoi compagni che non agli avversari. Intanto Kucka, che ha lavorato a parte per tutta la settimana, è ancora alle prese con il problema che si è trascina dagli impegni in nazionale. Ufficialmente un sovraccarico che per il momento lo sta tenendo fuori dai giochi.

Neanche il polpaccio dello slovacco pare essere al meglio e D’Aversa, prima di buttarlo nella mischia, vorrebbe essere certo che un impiego anche parziale, non pregiudichi poi la sua presenza nel corso del campionato. All’inizio si pensava a una situazione facilmente correggibile, ma per adesso - a meno di clamorose corse contro il tempo – si prova a recuperare Kucka almeno per la gara infrasettimanale contro il Sassuolo. Un discorso simile vale per Scozzarella, che sembra in ripresa ma intanto continua a lavorare a parte. E Grassi? Sta provando a recuperare senza forzare. Si ha l’impressione che D’Aversa possa anche mettere in cantina l’idea sperimentale di affidargli le chiavi del centrocampista nella posizione di play. Almeno per ora.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crisi di Governo, Pizzarotti: "Serve stabilità: ecco la mia ricetta"

Attualità

Cane salvato da un metronotte al Campus

Attualità

"Giorni della Merla con pioggia, vento e neve"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento