Contro chi gioca il Parma? Quer pasticciaccio brutto de via Rosellini

Due le opzioni in un calendario gonfio di impegni: recuperare le sei partite rinviate oppure passare alla ventisettesima giornata direttamente. In entrambi i casi il Parma senza tifosi per via dei decreti

Il presidente Dal Pino - foto Ansa

Certo che se l'intento era quello di salvaguardare l’immagine del Paese e della Serie A nel mondo si può francamente dire che la missione non è stata portata a termine. Il rinvio di tutti i rinvii, la partita di tutte le partite, Juventus-Inter, ha scatenato - oltre a polemiche prevedibili - una serie di decisioni che poi sono rimaste indecise o decise a metà per poi essere stravolte un’ora dopo. Roba che se ci fosse Gadda altro che via Merlulana: 'Quer pasticciaccio brutto de via Rosellini' è il nuovo caso di cronaca (sportiva) dalla quale si potrebbe prendere spunto per scrivere una delle pagine di sport più grottesche del calcio che gioca, ahinoi, anche con l’emergenza del coronavirus, preso purtroppo a pretesto per tutto, anche per tutelare gli interessi di una giostra che perde pezzi di credibilità partita dopo partita.

E senza scomodare Gadda, che con questa corrida non c’entra niente, il pasticciaccio che si sta consumando all’orizzonte non vede risoluzione. Perché come va va, si rischierebbe di scontentare tutti. Sicuramente i tifosi del Parma che per decreto ministeriale non potrebbero assistere né a Genoa-Parma, né a Parma-Spal. I crociati intanto cominciano la terza settimana di lavoro dopo le due (quella che ha preceduto la sfida con il Torino e quella che si è conclusa con il rinvio della gara con la Spal) trascorse lontano da tutto. Le porte di Collecchio continuano a rimanere chiuse, ma a differenza delle altre due settimane, questa comincia senza sapere quale avversario si andrà a sfidare: se il Genoa a Marassi, come da calendario oppure la Spal – cercando di recuperare in extremis il rinvio di domenica scorsa -.

Tra le tante ipotesi c’è pure quella di recuperare le sei partite rinviate della ventiseiesima giornata. Facendo slittare la ventisettesima. Oppure di giocare la ventisettesima. Insomma, i vertici del calcio stanno lavorando per cercare di venire a capo di una situazione che vede il calendario pieno di appuntamenti. Visto che – come asseriva Dal Pino, presidente della Lega Calcio, bisogna tutelare l’immagine del calcio nel mondo – si vorrebbero evitare le porte chiuse ma il decreto ministeriale di domenica sul contenimento del coronavirus le gare da giocare nel prossimo turno senza pubblico sarebbero 5 su 10. Atalanta-Lazio, Spal-Brescia, Verona-Napoli, Inter-Sassuolo e Bologna-Juventus. Perché all’interno della cosiddetta zona ‘gialla’, a ridosso della zona 'rossa ' dei Comuni centro di focolai. Nella zona ‘gialla’ ci sono Lombardia, Veneto, Emilia Romagna più le province di Pesaro-Uribino e Savona. Con il decreto che scade domenica 8 marzo, il 9 si potrebbe scongiurare già il pericolo delle porte chiuse.

L’idea sarebbe quindi – come scrive La Gazzetta dello Sport – giocare tra sabato 7 e domenica 8 le 4 partite già previste a porte aperte e lunedì 0 le altre 4 che nel week end sarebbero state senza pubblico. Ma il problema è rappresentato da Atalanta-Lazio che non può essere spostata a lunedì 9 essendoci in quella settimana l’impegno della Dea contro il Valencia in Champions. Ecco che in soccorso del pasticciaccio c’è la seconda ipotesi: giocare le sei partite rinviate in questa giornata e messe in calendario provvisoriamente il 13 maggio. Anche Parma-Spal, quindi. A porte aperte: tra sabato e domenica quindi Udinese-Fiorentina e Samp-Verona. Lunedì 9 marzo tutte le altre, compresa Juventus-Inter. E pazienza se i nerazzurri si troveranno i bianconeri a tre giorni dalla partita di Europa League con il Getafe (in programma il 12 marzo). Si aggiungerebbe – se dovesse prevalere questa ipotesi – un turno infrasettimanale che cadrebbe proprio il 13 maggio, giorno fissato dalla Lega per alcuni recuperi. Con Inter-Samp e Atalanta –Sassuolo senza data. Si decide il 4 marzo nell'assemblea starordinaria di Lega. Se non è pasticciaccio questo…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento