Esclusiva- Leonardi: "Non cediamo Paletta e Zac. Castellini?No grazie"

L'ad crociato a Parmatoday per fare il punto sul mercato gialloblù: "Il giocatore della Samp non interessa". Occhio a Cassani e Lliama. L'agente di Chisbah: "Decideranno Parma e Sassuolo"

Pietro Leonardi, ad del Parma

L'1 gennaio con l'arrivo del nuovo anno partirà ufficialmente, anche, il mercato di riparazione, un mercato che forse non vedrà il Parma protagonista ma pur sempre attivo. Ci sono situazioni da risolvere come la questione Pabon, la fascia sinistra che con il solo Gobbi non può reggere, e forse un difensore e un centrocampista visto l'infortunio di Galloppa. Non sono escluse, anche, delle cessioni, magari di coloro che non stanno trovando spazio in campo e nella mente di Donadoni.
L'amministratore crociato, Pietro Leonardi, è intervenuto ai microfoni di Parmatoday per fare il punto sul mercato sia in entrata che in uscita.

ZACCARDO, PALETTA E CASTELLINI- Sono, forse, i due difensori più richiesti in serie A. Il Napoli ha messo gli occhi su entrambi come principali rinforzi per rimpiazzare gli squalificati Grava e Cannavaro ma i crociati non sembrano voler cedere. "Stanno facendo molto bene e noi non vogliamo privarci di due giocatori importanti come Zaccardo  e Paletta. Vogliamo continuare a lavorare con i giocatori che abbiamo anche perchè ci teniamo a proseguire sulla buona strada", ha così dichiarato Leonardi, Dichiarazioni che non faranno felici i dirigenti del Napoli, sempre più affascinati dal talento di Paletta e dalle buone prestazioni di Zaccardo. Su quest'ultimo ci sono anche Genoa e Palermo con i grifoni pronti a offrire Bovo più soldi. Sempre sull'asse Parma-Napoli, Leonardi ha voluto mettere a tacere le voci di un interesse dei crociati su tre azzurri, Fernandez, Donadel e Vargas: "Ottimi giocatori ma per ora no, penso solo ai miei giocatori, non ad altri".

LA FASCIA SINISTRA - Gobbi sta facendo gli straordinari e non potrà reggere per tutto il campionato, così il Parma è intenzionato ad intervenire. "Sulla fascia sinistra siamo carenti, non a livello qualitativo ma numerico. Massimo sta facendo delle ottime cose e devo dire che Benalouane quando è stato chiamato a ricoprire quel ruolo ha fatto vedere ottime cose. Valuteremo se intervenire o meno ma qualcosa dovremmo fare, prima però cercheremo di cedere qualcuno che non ha trovato spazio fino ad ora". Nelle ultime ore è circolato il nome di Paolo Castellini della Sampdoria ma l'ad crociato ha subito smentito: "Rispetto le doti del calciatore ma non c'è nulla. Non c'è nessuna trattativa in corso".  Il nome nuovo, però, è quello di  Mattia Cassani della Fiorentina che con i viola sta trovando poco spazio ma su di lui ci sono anche la Roma e il Genoa. Ma se Zaccardo, alla fine, venisse ceduto Cassani potrebbe diventare un obiettivo fattibile.

LA RAFFICA DI CHI POTREBBE ANDARE E CHI POTREBBE VENIRE - Tanti nomi ma poche certezze  negli uffici crociati di Viale Partigiani d'Italia. Sulla lista dei possibili partenti c'è Pabon ma per ora tutto tace. Lo stesso Leonardi ci tiene a risolvere la situazione: "Dorlan ha delle problematiche familiari serie e vogliamo fare la cosa migliore per il giocatore e per noi". Se il colombiano dovesse partire, il Parma potrebbe cercare un nuovo attaccante. E' iniziato a circolare il nome di Matri ma ha un ingaggio troppo elevato per i gialloblù. A centrocampo con Galloppa infortunato e i nomi di Morrone e Musacci accostati al Pescara, i dirigenti del Parma potrebbero piazzare qualche colpo. In cima alla lista ci sono Llima, della Fiorentina e già obiettivo di mercato nella sessione estiva, e Padoin. Musacci, intanto, non ha intenzione di andare a Pescara, ma ci tiene rimanere al Parma: "Qui mi trovo benissimo". Sempre a centrocampo si parla del ritorno, anticipato, di Chisbah ma il suo procuratore, a Parmatoday, non ha fatto trapelare nulla: "A me non interessa, sul giocatore devono decidere il Parma e il Sassuolo".
Ancora vivo sembra essere il discorso Zambrotta ma l'ingaggio, e l'età, non convincono. In uscita, invece, Leonardi è stato chiaro: "Potremmo decidere di cedere coloro che non hanno trovato poco spazio e tra questi ci sono Fideleff e Santacroce mentre Palladino dovrebbe rimanere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento