menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daniele Faggiano - foto D.Fornari

Daniele Faggiano - foto D.Fornari

MERCATO | Due parmigiani per il Parma: Gazzola vicino

C'è anche Luca Mora, mezzala della Spal che si è detto disponibile al trasferimento. Si discute sull'ingaggio e sulla formula del trasferimento

Due parmigiani per il Parma: si tratta di Marcello Gazzola - nato a Borgotaro trentadua anni fa - terzino destro del Sassuolo e Luca Mora - nato a Parma e sotto contratto fino al 2020 con la Spal. La trattativa per il primo è vicina alla conclusione: anche l'allenatore neroverde Beppe Iachini ha annunciato che il difensore partirà e il Parma è sulle sue tracce da tempo. L'esterno di Borgotaro ha collezionato 166 presenze in Serie B tra Ascoli, Avellino e Sassuolo, dove gioca dal 2012. In scadenza di contratto, non rinnoverà il suo impegno con la squadra di Squinzi che lo avrebbe già lasciato libero di scegliere la sua destinazione. Si lavora da tempo per chiudere e si è arrivati a buon punto. C'è da limare solamente qualche dettaglio legato a ciò che spetta al Sassuolo, ma il giocatore è pronto per la sua nuova avventura e  non vede l'ora di arrivare a Parma e firmare il contratto che lo legherà alla sua nuova squadra fino al 2019. Domenica ha sostenuto quella che potrebbe essere stata la sua ultima seduta con il Sassuolo impegnato a trovare intanto il sostituto. Il giocatore è atteso a Collecchio tra lunedì e martedì, con D'Aversa che avrebbe così la sua coppia di terzini a destra. Gazzola e Mazzocchi che piace al Bologna e che potrebbe partire già a gennaio.

Sempre a gennaio potrebbe arrivare un altro parmigiano: si tratta di Luca Mora, centrocampista della Spal che l'anno scorso ha vinto il campionato con la squadra di Mattioli e che adesso vorrebbe tornare a giocare più vicino a casa anche perché Semplici ha avuto dal mercato Kurtic dall'Atalanta. Il giocatore ha collezionato in questo campionato 17 presenze, due in Coppa Italia e ha condotto una prima parte di stagione molto positiva. Poi un impiego più sporadico dopo le prime nove partite con la fascia di capitano al braccio, è subentrato parecchie volte dalla panchina. Il giocatore sarebbe disposto a scendere di categoria, accettare il Parma e tornare a casa. Ma il nodo da sciogliere è legato all'ingaggio. Nodo che potrebbe sciogliersi presto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento