menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daniele Faggiano - foto: Davide Fornari

Daniele Faggiano - foto: Davide Fornari

MERCATO | Parma, tra Munari e Mammarella: la situazione

Primi obiettivi: un terzino e una mezz'ala. Poi il resto

Giornate intense fatte di incontri e telefonate. Quelle di Daniele Faggiano e dei suoi collaboratori è facile che vadano in questo verso, che si consumino a tavola, il direttore è un buon gustaio, per sua stessa ammissione, o all’interno di uffici di quella o questa squadra, di un procuratore piuttosto che un altro. Il mercato impegna i pensieri suoi e di D’Aversa, che attende in filo diretto con il suo superiore, aggiornamenti. C’è una rosa da rinforzare e un campionato da vincere, ci sono situazioni da mettere a posto e altre da limare, ma al momento non c’è nulla di ufficiale. Spunteranno nomi come fiori a primavera, facile l’accostamento, di gente che si propone oppure di calciatori anche solo pensati dal Parma che farà sicuramente tre, quattro movimenti in entrata, a fronte di altrettante uscite. Forte del posto da over vacante, lasciato tale dalla vecchia dirigenza, Faggiano cercherà di portare gente a posto senza svenarsi. E di rispondere a quelle caratteristiche che il tecnico Roberto D’Aversa avrà delineato nella riunione di fine anno. Non c’è una lista, o per lo meno non è stata resa pubblica, come giusto che sia, per evitare accumulo di interesse su un giocatore piuttosto che un altro.  Che alla fine è quello che sta succedendo al Parma per il discorso legato a Gianni Munari. Che peraltro conosce bene la piazza e che quindi non farebbe fatica ad accettarla, se non fosse per l’inserimento prepotente del Novara e della Salernitana che insidiano l’ormai ex giocatore del Cagliari. Il rapporto con i sardi non è mai decollato, per questo l’ex Parma ha dato mandato al suo agente, Giampiero Pocetta, di risolvere il contratto e cercargli una squadra. Che sia Parma o no, il centrocampista non vuole più stare nell’isola per questo starebbe valutando le richieste dei crociati che sono tutt’altro che insistenti. Perché se il Parma,che ha fatto già la sua richiesta (sei mesi con opzione per un anno, in caso di vittoria del campionato), non dovesse arrivare a lui, andrebbe sul piano B. Un giocatore che Faggiano conosce bene. Antonino Barillà, mezz’ala del Trapani che a Parma verrebbe quasi a piedi. Lo stesso discorso vale per Carlo Mammarella, oggi a Vercelli ma domani chissà. Il giocatore conosce personalmente D’Aversa, sarebbe stata una sua richiesta quella di virare sul ragazzo ex Lanciano. Che ha dato la sua disponibilità al trasferimento, per ora congelato perché Varini, Ds della Pro, è all’estero e quindi la società non può trattare senza di lui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma potrebbe passare in zona gialla dal 26 aprile

  • Cronaca

    Bonaccini: "La scelta di riaprire è ponderata e non è un libera tutti"

  • Cronaca

    Ecco il 'pass' per gli spostamenti tra Regioni arancioni e rosse

  • Cronaca

    Precipita con il paracadute: muore un 60enne parmigiano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento