Parma, Schelotto twitta: "Tre punti per l'Europa" e poi carica: "A San Siro crediamoci"

Il cinguettio arriva dopo che i crociati hanno sostenuto l'allenamento mattutino a Collecchio. El Galgo è ormai perfettamente integrato nel gruppo e non vede l'ora di sfidare il Milan, al quale ha già fatto male una volta

Entra e segna, Ezequiel Schelotto è una risorsa - foto dal web

Il Parma ha ripreso la corsa in mattinata, a Collecchio, dove c'è stata anche la visita del presidente del Coni, Malagò. La sfida ai rossoneri è ancora lontana, ma uno dei protagonisti del momento magico dei crociati, sebbene sia in gruppo da poco, ha giocato d'anticipo caricando a colpi di tweet. "3 punti pesanti per l'Europa e 1 gol al #Tardini, davanti ai nostri tifosi...meglio di così...ora si va a #SanSiro, crediamoci! @ParmaFC". Il cinguettio è del Galgo Schelotto, autore della rete che ha chiuso il match contro il Verona e che ha consegnato, di fatto, tre punti d'oro nella corsa all'Europa, obiettivo ormai di un Parma che stupisce e che sta diventando grande e tiene un passo pazzesco. 

schelotto-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL GOL NEL DERBY - E pazzesca è stata la sua gioia in occasione del gol che, nella stagione disastrata dell'Inter, ha fatto piangere Ezequiel Schelotto, un ragazzo verace, che vive di emozioni. E quel 24 febbraio ancora se lo ricorda, come dimenticarlo. Entra dalla panchina e decide il derby di Milano, realizzando la rete del pari. Ci ha messo la testa, Schelotto, è andato a prendersi quel pallone in cielo e lo ha piazzato alle spalle di Abbiati, poi è andato a piangere in una parte di campo con le mani protese verso il cielo in segno di ringraziamento verso Dio e si è preso gli applausi della curva Nord di San Siro, uno stadio che conosce bene. El Galgo ci crede e invita gli altri a crederci, caricando i compagni e i tifosi che, dopo uno scetticismo iniziale, lo apprezzano molto per la buona volontà e la voglia che ci mette quando gioca.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • Morte del piccolo Jacopo, oggi l'autopsia: due persone indagate per omicidio colposo

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento