menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma 1913 | Scala: "Abbiamo chiesto il rinvio della Coppa, non siamo pronti, ma orgogliosi di ripartire dalla D"

Alla prima uscita da presidente, Nevio Scala si gode il suo Parma: "Siamo entusiasti ma abbiamo una grande responsabilità. Abbiate pazienza, faremo del nostro meglio.

La prima volta da presidente del Parma... sul campo. Ha un sapore speciale questo rewind, in altre vesti ma con la voglia di un tempo. Si gusta Minotti che si guarda i ragazzi in prova, ammira Apolloni che osserva tutto con qualche dubbio: non tutti i 14 in prova, compresi i portieri, saranno tesserati, sulla loro Identità c'è un veto, per questioni burocratiche e di mercato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Il presidente se li guarda tutti, e felice commenta: "E' un gran momento, vogliamo fare calcio a modo nostro, che emozione tornare in campo. Vi chiedo pazienza perché ancora non abbiamo i moduli per tesserare i calciatori ma partiremo forte. Ripescaggio in Lega Pro? Non e alla nostra portata, i nostri predecessori ci hanno lasciato in D e noi siamo orgogliosi di ripartire da qui. Siamo entusiasti per il boom di richieste di abbonamento, abbiamo avuto contatti con giornali importanti e vuol dire che questo è stato un entusiasmo positivo, ma non basta, deve servirci solo da corollario per arrivare nel calcio che conta nel più breve tempo possibile. Vorrei che la gente sia numerosa allo Stadio e che si diverta, vogliamo un calcio pulito, i nostri tifosi dovranno essere quelli del futuro. Stiamo avendo difficoltà perché ci sono ancora troppi residui del vecchio calcio, siamo partiti in ritardo ma ci rifaremo. Vorremmo chiedere lo spostamento della Coppa Italia (23 agosto ndr) perché non siamo ancora pronti. Già avere a disposizione il centro di Collecchio è una cosa grandiosa, quindi siamo contenti così. Sono entusiasta della gioia dei tifosi ma nello stesso tempo abbiamo anche una grande responsabilità. Lavorare in questo centro sportivo ti dà una grossa mano, chi arriva qui ha grandi stimoli e non vuole andare più via. Questo aiuta sicuramente il lavoro del mister".

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento