rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Sport

Non basta Vazquez, Parma frenato dall'Alessandria: è 2-2

El mudo trova il tredicesimo gol del suo grande campionato: vantaggio per i grigi siglato da Palombi, risponde Cobbaut. Poi Vazquez per la momentanea rimonta. Pierozzi fissa il risultato

Finisce 2-2 al Tardini una partita inutile ai fini dellla classifica per il Parma senza obiettivi. I crociati non avevano più nulla da chiedere al loro campionato, salutano con un pari il pubblico e ringraziano la Nord per il sostegno. Il sipario sul campionato del Parma cala mestamente, la corsa si chiuderà con la tappa di Crotone, ma da queste parti è già tempo di pensare al futuro da un po'. Sperando che possa essere più roseo del presente. 

Iachini guida da lontano, la squalifica gli impone di rimanere in un box al centro del Tardini. In campo le sue idee le guida l’altro Beppe, Carillo, fraterno vice che conosce alla perfezione il copione. E’ rientrato Coulibaly, a destra c’è lui, a sinistra Oosterwolde che litiga continuamente con il pallone e spesso manda fuori giri Vazquez che parla un’altra lingua. Braccato da Lunetta, la sua ombra, il Parma fatica a creare gioco e l’Alessandria gli concede di tenere il pallone perché è sicura che con questi ritmi Pisseri  ha poco da rischiare.

Lo sguardo del Parma però non è tanto sul presente, ormai ampiamente compromesso e anonimo: le belle parole e i buoni propositi di inizio stagione sono stati da tempo sotterrati da una cruda realtà che ha visto il presidente Kyle Krause versare nelle casse del Parma denaro sonante per trovarsi stabilmente nella parte sinistra della classifica. I tifosi con uno striscione hanno indicato serenamente come il problema sia nella gestione delle finanze, più che nei soldi spesi. E all’inizio della gara lo hanno detto con uno striscione: “I soldi sono stati investiti, il problema è come sono stati gestiti”.

Un attacco velato all’area tecnica, partita con dei progetti che prontamente ha accartocciato prima di passare a un piano b che non ha portato alcuna miglioria. E se il Parma si ritrova a giocarsi la penultima giornata con lo scudo in tasca e il fioretto al posto della spada perché non c’è nessun obiettivo per cui lottare, è per via di qualche scelta sgangherata di una dirigenza che non ha mai trovato la chiave per aprire la casseruola dei guai del Parma e risolverli.

Una squadra che al minuto 17 si ritrova sotto per il graffio di Palombi. L’Alessandria ha più voglia di fare, va a caccia di punti importanti per la salvezza, spinta da un bel po’ di tifosi giunti al Tardini per sperare ancora. La loro festa comincia quando il Palombi insacca in rete una palla vagante, letta male dalla difesa crociata che scappa troppo presto in avanti lasciando un buco in mezzo. Il Parma ci prova, ma non combina moltissimo. Con Vazquez al piccolo trotto, Benek e Inglese non si accendono. Serve un pallone rimesso in mezzo da Circati e spinto in porta da Cobbaut per ripianare il danno. E il primo tempo va in archivio con l’episodio più frizzante che succede in tribuna stampa. Da un’intercapedine esce del fumo, scaturito probabilmente da una cicca di sigarette a contatto con la carta. Necessario l’intervento dei vigili del fuoco per riportare la situazione sotto controllo. Per fortuna solo fumo, un po’ come la stagione del Parma che non ha mai trovato la scintilla per accendersi.

In questa gara la trova però il solito Vazquez: tredicesimo gol, su assist di Bernabé da calcio d’angolo. Il mudo insacca al volo, protestano i grigi per un presunto fallo che non c’è. L’Alessandria vuole reagire, l’arbitro Paterna tende a essere permissivo e puntualmente finisce per perdere il controllo della situazione. Bernabé, toccato duro in area, resta a terra, i grigi non buttano fuori il pallone e si alza a tensione: parapiglia ovunque, Prestia (ex che non ha lasciato nessuna traccia) non sembra propenso al dialogo con nessuno degli avversari e si accende facile. Dalla confusione esce un rosso a Simy che aveva provato a mettere ordine. La partita finisce con il gol di Pierozzi, che fissa il risultato sul 2-2. E regala un altro pomeriggio... grigio al Parma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non basta Vazquez, Parma frenato dall'Alessandria: è 2-2

ParmaToday è in caricamento