Non solo Kurtic, il Parma lavora in uscita: Siligardi e Sprocati in partenza

Luca piace al Bari, Mattia ha avuto un contatto con l'Hellas: chiede garanzie per una maglia da titolare

Mattia Sprocati - foto Ansa

Non solo il mercato in entrata, nel quale il Parma sta battagliando per Jasmin Kurtic con l’intento di voler ridurre le distanze tra le parti. Daniele Faggiano lavora anche in uscita. Come testimoniano le sue parole alla fine della partita di Bergamo, una disfatta pesantissima. “C’è contatto continuo con il mister – ha detto il direttore sportivo -, dobbiamo fare i conti con le nostre finanze. Non siamo costretti a vendere ma siamo costretti a non comprare, se non togliamo non possiamo mettere”. Il discorso del ds è stato chiaro, bisogna prima far quadrare i conti, dopo giocare con i numeri e rientrare nei canoni imposti dalla proprietà. I forzieri della proprietà non traboccano di oro, ma in questo mare di insidie vince di solito chi riesce a vedere più lontano e chi si ingegna. E ingegnarsi è quello che deve fare Daniele Faggiano, nei confronti del quale la proprietà ha sempre riposto la massima fiducia. I risultati parlano per lui, d’altronde, e anche in questo gennaio il ds sta per chiudere una trattativa importante. Quella che sta regalando a D’Aversa Jasmin Kurtic.

Ma dopo la partita contro l’Atalanta il direttore sportivo ha cercato di seminare pochi indizi, come al solito, coprendo anche quelle pochissime prove che sono state raccolte per arrivare al nome del centrocampista. Il giocatore in forza alla Spal sarebbe il primo colpo del Parma, ma c’è da convincere la Spal a mollare la presa. Semplici aspetta Dabo, se dopo Kurtic forzerà (come pare stia facendo) per essere ceduto sarà accontentato, ma serviranno almeno 4 milioni per convincere Mattioli a dare il via libera.

Non solo in entrata, dicevamo. Faggiano lavora anche per piazzare qualche giocatore, soprattutto chi fino ad ora ha giocato meno. Su tutti Luca Siligardi, sul quale si fionda il Bari con una certa insistenza. La convinzione di De Laurentiis è che riempiendosi di giocatori di categoria superiore, si possa tentare l’impresa di scalare la classifica. Il fatto che lì ci siano gli ex compagni di squadra come Frattali, Di Cesare e Scavone facilita la scelta di Siligardi che – dopo la convocazione di lunedì per la sfida con la Dea – ha bisogno di giocare.

Non solo Siligardi, in uscita ci sarebbe anche Mattia Sprocati. Il giocatore ha deluso fino a qui, il suo rendimento è chiaramente al di sotto delle aspettative che D’Aversa nutre nei suoi confronti. Il tecnico gli ha spesso dato fiducia, ma lui non ha saputo ripagarla. L’Hellas Verona fa sul serio, tanto che un contatto con il procuratore di Sprocati ci sarebbe stato. Il trasferimento si potrebbe concretizzare, a patto che entri in rosa un esterno. Solo così potrebbe partire Sprocati, che per lasciare Parma reclama un posto da primo attore nell’Hellas.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

  • Oggi la firma del Dpcm: Natale solo tra conviventi e coprifuoco alle 22

Torna su
ParmaToday è in caricamento