rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Sport

Il Grande Slam e la generazione di fenomeni: le imprese della Maxicono diventano un film

E’ in programma domani, sabato 26 febbraio 2022, a partire dalle 10, presso il Cinema Astra, la presentazione della pellicola sulla memorabile impresa della Maxicono Parma nella stagione 1989-1990, quella che la consacrò a leggenda

E’ in programma domani, sabato 26 febbraio 2022, a partire dalle ore 10, presso il Cinema Astra, la presentazione del “Il Grande Slam – Generazione di Fenomeni”, il primo docufilm sulla memorabile impresa della Maxicono Parma nella stagione 1989-1990, che le ha permesso di essere consacrata a leggenda.  

Il docufilm vuole essere un tributo a quei giocatori e a una città di provincia entrati nella storia, facendo rivivereleemozioni di allora e regalando alle nuove generazionila possibilità di conoscere gli uomini che hanno reso grande Parma e la pallavolo italiana nel Mondo.  L’iniziativa vede il sostegno della Regione, il patrocinio del Comune di Parma e Parma Capitale della Cultura 2020 + 2021, la partecipazione di GarboSurgelati, Ara Concessionaria per Parma e Cremona e Gruppo  Cooperativo Colser  – Auroradomus. Parma è sempre stata considerata una delle capitali della Pallavolo Italiana, ma in pochi in città sanno dove e quando è nata questa disciplina e come abbia avuto origine nella città. Per questo, a seguire sarà presentato il video: “Parma, la culla della pallavolo”, a cura di Carlo Alberto Cova, in collaborazione con l’Associazione Pallavolisti Parmense, Associazione Nazionale Veterani dello Sport – Parma, ed il Comitato Territoriale Fipav Parma. 

Tra gli appassionati e praticanti pallavolisti parmensi, infatti, si è a conoscenza della mitica Ferrovieri, allenata dal professor Renzo Del Chicca, vincitrice del titolo italiano nel 1950 e 1951.  La loro conoscenza aleggia nelle palestre parmensi come una leggenda. 

Esiste però anche una realtà pregressa a quella formazione: un’avventura che parte addirittura una quindicina di anni prima. Si parla della storia dell’Orfanotrofio Vittorio Emanuele II dove, sotto la guida del vice preside Guatteri, molti dei futuri campioni della Ferrovieri si erano avvicinati alla pallavolo quando questo sport era ancora sconosciuto in città e in quasi tutta Italia. 

Carlo Alberto Cova, nell’iniziativa documentaristica su “I luoghi iconici dello sport a Parma” che sta conducendo con la sezione di Parma dell’UNVS - Unione Nazionale Veterani dello Sport -, ha preparato un documento video nel quale ha raccolto le testimonianze di alcuni protagonisti e parenti dei protagonisti. Fra questi, il noto fotografo Romano Rosati, le cui testimonianze, insieme a quelle del compianto Claudio Estasi, figlio di Bruno, primo capitano della Ferrovieri, sono riportati nel video da Alessandro Freschi, co-autore del libro “Parma. La Pallavolo, la sua Storia”. Suggestivi e dettagliati i ricordi portati nel video da Sergio Salvalaggio, prima ospite, poi consigliere ed infine memoria storica del Vittorio Emanuele II. Altrettanto significative le parole di Aldo Bordini, Elisa Rasori, Daniela Mantovani e Franco Del Chicca, parenti dei protagonisti della Ferrovieri, che hanno arricchito con i loro aneddoti il video. 

L’Amministrazione Comunale di Parma, in particolare l’Assessorato allo Sport, guidato dal Vicesindaco, Marco Bosi, da sempre sensibile nel rendere degna evidenza a quelli che sono stati i luoghi e i protagonisti della storia dello sport parmense, ha accolto con entusiasmo la proposta fortemente caldeggiata dall’Apapar – Associazione pallavolisti parmensi e dal Comitato territoriale Fipav di Parma, di rendere onore al luogo dove è nata la pallavolo a Parma.   

Alle 12.15, all’incrocio tra via Goito e viale Berenini, alla presenza del Vicesindaco Marco Bosi, dell’Assessore alla cultura, Michele Guerra, e dei rappresentanti del mondo della pallavolo verrà inaugurata la targa commemorativa dedicata alla culla della pallavolo a Parma.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Grande Slam e la generazione di fenomeni: le imprese della Maxicono diventano un film

ParmaToday è in caricamento