Parma 1913 | Minotti, la sfida con l'Alto e il mercato: "È presto per pensare alla Lega Pro"

Il direttore sportivo non si sbottona: "Non è tempo di parlarne, pensiamo solo alla sfida contro l'Altovicentino, il resto non interessa. Ma se faremo qualcosa, lo faremo solo per un discorso futuro"

Lorenzo Minotti, direttore dell'area tecnica del Parma 1913 - foto parmatoday.it

Dal nostro inviato 

PARMA - "Stiamo facendo tutto quello che abbiamo previsto, attuando quelle poche operazioni che avevamo in mente di fare. Ci sono state alcune uscite e speriamo di poter ufficializzare quella di Ciotti che dovrebbe andare all'Olbia. Mancano le firme ma mercoledì al massimo potremo sbloccare il tutto. Per il resto non c'è nulla di immediato. Ci sono altre due settimane per decidere, vedremo come passano questi giorni, se ci sarà qualche opportunità cercheremo di prendere giocatori che possano darci una mano anche più in la. Le cose con gli infortunati stanno andando abbastanza bene, voglio ringraziare i medici e i fisioterapisti, che stanno facendo un lavoro enorme i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti. Guazzo siamo riusciti a recuperarlo, Benassi si allenerà con la squadra, Longobardi è in netta ripresa e sta andando oltre alle poi rosee previsioni. Adesso però dobbiamo pensare solo alla partita con l'Altovicentino, perché ci dirà molto sul nostro futuro. Se ne usciamo indenni, o addirittura se ne usciamo vittoriosi, davvero cominciamo a vedere il traguardo, altrimenti dobbiamo percorrere la nostra strada sapendo che è vietato distrarsi". Il mercato, dice Minotti, non dipenderà assolutamente dal risultato contro l'Alto. "Il gruppo è questo, perché non vogliamo snaturare un gruppo che crediamo essere buono. La partita non cambierà i nostri piani. Nel mercato poi tutto può succedere, dobbiamo sfruttare bene certe situazioni perché così potremmo fare delle operazioni a costi convenienti, in modo da trovare certi giocatori che magari hanno giocato poco oppure sono scontenti per un motivo o per l'altro. Più che altro per migliorare la squadra anche in ottica futura". Ma non parlategli dell'anno prossimo, Minotti vuole prima avere in tasca il titolo, poi farà ragionamenti futuribili e si siederà a tavolino con Galassi per decidere quello che sarà il domani. "Dobbiamo ragionare a bocce ferme, quando il risultato è stato acquisito. Nelle prossime gare si deciderà gran parte del campionato, perché affrontiamo Alto, Correggese e Forlì, e dopo quello sapremo quale sarà il nostro futuro. Non pensiamo di prendere un terzo portiere perché stiamo decidendo chi scegliere tra i ragazzi della Juniores. Nei prossimi giorni sarà aggregato alla prima squadra anche Nyantakyi, ma adesso pensiamo solo all'Altovicentino, una squadra forte che ha aggiustato la difesa e che sta facendo un grandissimo campionato. Facciamo loro i complimenti, non mollano e stanno facendo un campionato straordinario. Sarà il nostro primo match ball e non dovremo sbagliarlo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento