Parma 1913-Clodiense 4-0 | I crociati tornano cinici e sicuri, Forlì a - 9

Contro i veneti finisce in goleada: Melandri (37'), Musetti (67'), Baraye (70') e a un passo dalla fine segna pure Longobardi che si commuove e si prende la scena (87'). Forlì rispedito a - 9, Giorgino, ammonito, salta la gara con la Ribelle

Daniele Melandri arrivato a quota nove centri - foto Davide Fornari

Dal nostro inviato

PARMA - Le storie che regala il calcio sono difficili da trovare e poter raccontare altrove. Ci ha messo sedici minuti quel leone di Longobardi a ruggire, e pazienza se dopo si è commosso. Era inevitabile che succedesse. Troppo ha aspettato questo momento, nemmeno se glielo avessero detto prima Chris ci avrebbe creduto. Dopo 100 giorni, Longobardi torna ad assaporare il campo e a esultare, a piangere e a dimostrare di essere uno su cui poter contare sempre. Il Parma vince non senza qualche balbettio, senza Corapi gioco più stagno e palla meno veloce, ma il 4-0 per forza di cose mette a tacere tutti i malumori che i tifosi avevano manifestato nelle due partite precedenti. E con un Longo in più... .

Il turnover annunciato alla vigilia della partita da Gigi Apolloni  ha mantenuto le promesse. I proclami fatti in conferenza stampa hanno trovato modo di essere confermati in campo, dove il Parma ha presentato, in vista anche della prossima partita con la Ribelle, qualche volto nuovo. Quattro rispetto al solito, che non hanno intaccato sostanzialmente lo scheletro di una squadra che ha trovato equilibri giusti e che non ha perso di vista l’obiettivo, ci mancherebbe, di fine anno. Non vedere Corapi dall’inizio, era successo solo un’altra volta, contro il Lentigione, fa un certo effetto, ma Ciccio ha bisogno di riposo. Ed è per questo che, forse l’immagine più bella all’intervallo è il riscaldamento di Christian Longobardi, esaltato dal pubblico del Tardini che gli regala una fragorosa standing ovation. Certo, l’1-0 di Melandri, a quota nove gol in campionato, non è casuale, ma il Parma ha faticato, dopo un inizio tutto sommato incoraggiante, a fare gioco e a trovare il corridoio giusto. Il Micio, pescato da quel guerriero di Giorgino, ha graffiato giusto e si è andato a prendere il tributo sotto la Nord, che non ha risparmiato qualche mugugno per Miglietta, apparso un po’ lento, e per Guazzo che, tra le altre cose, non è andato nemmeno a condividere la gioia del gol sotto la Curva.

LE PAGELLE

La Clodiense non è sembrata rassegnata, altroché, ha pure spaventato parecchio Zommers che nella prima parte di gara ha sventato una minaccia non da poco, scacciando il pericolo Amodio con grande maestria. Qualche altro tuffo, con presa a terra, ma tutto sommato se la cava e riesce a gustarsi lo stesso la gara, almeno nel primo tempo. Decisivo anche nel secondo per una parata su Rigato. Un primo tempo che ha visto il Parma ruminare calcio e non trovare sempre gli spazi giusti. Perché il gioco non è lo stesso, e quando ti trovi con due punte 'pesanti', o le servi dagli esterni o fatichi. Ed è forse per questo che Apolloni ha rinunciato a Guazzo per Baraye dopo nemmeno un'ora, con l’attaccante che non l’ha presa bene ed è andato dritto negli spogliatoi. Nemmeno il tempo di mettersi in ciabatte che deve accendere il televisore che è negli spogliatoi perché Musetti ha raddoppiato. Gol a porta vuota dopo la carica di Baraye su Clede ma per Cossa è tutto ok, nonostante le proteste di tutta la panchina della Clodiense. Proteste sopite dal sedicesimo gol di Yves che fa sembrare facili anche le cose che non lo sono. Un po’ come Longobardi che ha attaccato il primo palo sulla prima palla disponibile e per poco non ha segnato. Cosa che ha fatto due minuti dopo al secondo pallone toccato: assist di Miglietta, tocco di Longo sporcato da Clede che non riesce a evitare la quarta rete e la commozione dell’attaccante. Più nove sul Forlì, con un mach ball tutto da giocare tra una settimana. 

LA DIRETTA

IL TABELLINO

PARMA 1913-CLODIENSE 4-0

Marcatori: 37' Melandri (P), 68' Musetti (P), 70' Baraye (P), 87' Longobardi (P)

parma1913logo-2PARMA 1913 (4-2-3-1): Zommers; Messina, Cacioli, Lucarelli, Ricci; Miglietta, Giorgino; Mazzocchi, Musetti (dal 71' Lonhobardi), Melandri (dal 78' Sereni), Guazzo (dal 58' Baraye). All: Apolloni

clodiense-2CLODIENSE (4-3-3): Clede, Rolli, Abcha (dal 75' Chiozzotto), Boscolo Berto, Barzan; Bargiggia, Amadio, Malagò; Rigato (dal 49' Dje Bidje), Scarpa (da 65' Bonaldo), Saitta. All: Mattiazzi

Arbitro: Cosso di Reggio Calabria

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ammoniti: Rolli (C), Melandri (P), Giorgino (P)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Coronavirus: stato di emergenza prorogato fino al 31 ottobre

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Coronavirus, è il giorno 'zero': né decessi, né contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento