menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Adas provinciale e Parma insieme per la donazione di sangue - Carra: 'Ci auguriamo di giocare in uno stadio pieno'

"Dal punto di vista societario non dovrebbero esserci novità, l'organigramma era molto valido quest'anno e lo sarà anche l'anno prossimo perché abbiamo un'organizzazione importante"

Prima della seduta di allenamento di venerdì 15 aprile si è svolta una conferenza stampa congiunta dell’amministratore delegato Luca Carra e di Ines Seletti, presidente dell’Adas (Associazione Donatori Aziendali di Sangue) Parma, per la presentazione delle iniziative in calendario al Tardini domenica prossima. Luca Carrà ha dichiarato: "A livello di numeri non ci sono ancora dati definitivi, Abbiamo esaurito quasi la Curva Nord e quindi siamo fiduciosi. Ci auguriamo di giocare in uno stadio pieno e festeggiare un risultato positivo. Sarebbe fantastico. Per la Lega Pro ci stiamo pensando da un po', sarebbe bello però avere un risultato positivo per chi ci viene a guardare. La società ha riconfermato tutte le figure dell'area tecnica, allenatore e direttori sportivi. Alla luce del poco tempo a disposizione per preparare la squadra abbiamo raccolto risultati ottimi. La linea guida è quella di continuare a fare calcio secondo i nostri dettami. Vincere e l'obiettivo che ci prefissiamo. Ovviamente. L'anno prossimo sarà un campionato impegnativo, ci sarà Venezia, Piacenza e squadre di blasone. Dal punto di vista societario non dovrebbero esserci novità, l'organigramma era molto valido quest'anno e lo sarà anche l'anno prossimo perché abbiamo un'organizzazione importante". 

Ines Seletti ha dichiarato: "“È fondamentale l’appoggio del Parma, perchè arriva in un momento in cui è molto importante parlare della donazione del sangue, perchè come in altri ambiti anche nella donazione del sangue si è verificata una crisi. È importantissimo che sia il Parma ad affiancarci perchè è un ambiente giovane, è un ambiente bellissimo, ed in adas-fidasquesta avventura abbiamo deciso di farci accompagnare dalla nostra squadra, “Cugini di Sangue”, che è della Fidas Polesana, che scenderà in campo con il Delta Rovigo, ed entrambe le squadre indosseranno le maglie della Fidas. Potrebbe essere un’idea per un futuro gemellaggio, insieme ai calciatori abbiamo deciso di schierare in campo ventidue bambini che entreranno in campo insieme ai giocatori. Indosseranno le maglie della Fidas di Parma e della Fidas provinciale. Dev’essere solo l’inizio, ci tengo a ricordare che donando sangue salviamo delle vite umane. Ci sono dei pazienti e degli ammalati che aspettano con ansia una sacca di sangue. Per questa giornata che sarà meravigliosa chiamo a supporto tutti i donatori di sangue dell’Adas provinciale. Non negherò che ho chiesto alla nostra sponda della Fidas Polesana di non incitare troppo i loro giocatore, perchè la partita volga al meglio per il Parma Calcio, visto che è uno sport scaramantico e speriamo di tornare spesso in futuro": 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento