menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma 1913 - Legnago 3-1 LE PAGELLE | Baraye da spettacolo, Corapi è un professore

Yves non segna ma è il migliore in campo. Semina il panico e regala assist e giocate importanti. Ciccio sblocca la partita

Dal nostro inviato
Guglielmo Trupo

PARMA - Ecco le pagelle di Parma 1913-Legnago Salus 3-1

Fall 6 – Frettoloso nel rinvio, molto approssimativo quando gioca con i piedi, Fall viene rimproverato da Apolloni e Lucarelli. Con il passare del tempo, la mira migliora, ma in porta non è male. C’è da lavorare sui piedi e un po’ sulla tecnica, ma il ragazzo si farà.

Adorni 6,5 – Non sempre puntuale nell’assistenza, lontano dallo standard altissimo di inizio campionato, Lorenzo scappa e tiene, in maniera ordinata. E va crescedo.

Benassi 6 – Alla prima da titolare in campionato, Maikol si dimostra attento e volenteroso, solido e concentrato. Esce per un problema muscolare, da sicurezza.

dal 65’ Agrifogli 6 – Entra per Benassi con conseguente slittamento di Saporetti nella posizione centrale. Più propositivo di Sapo, fa poco perché quasi mai impegnato. Il gol arriva dal suo lato, non riesce a contrastare il cross trasformato da Broso.

Lucarelli 6 – Comincia con autorità, granitico, si rilassa troppo alla fine. Quando dopo aver lottato con Broso, sul 3-0 si distrae e si fa passare da Broso che fa gol.

Saporetti 6 – Sempre troppo frenato quando gioca da terzino, fa il suo dovere. E lo fa bene. Traballa un po’ quando va centrale ma si aiuta come può-

Corapi 7 – Sale in cattedra al 45’, quando disegna la punizione magistrale che sblocca la gara. Anche quando si sposta sulla tre quarti brilla, ha l’occasione di fare doppietta ma la sciupa.

dal 74' Musetti 6 -  Entra e segna, ci mette grinta e dimostrad i essere un ottimo giocatore da poter sfruttare a gara in corsa. 

Giorgino 6,5 – Impossibile rinunciare al centrocampista. Prezioso in ogni situazione, anche in assistenza oltre che in rottura. E’ lucido, non come altre volte e vero schermo di una difesa che prende il primo gol su azione all’85’ dopo 705’ di imbattibilità.

Lauria 6,5 – Macina chilometri, ed è molto bello vederlo sgroppare così. Quel gioco destro, sinistro, per rientrare e tirare con il mancino è sempre efficace. Trova la prima conclusione in porta, corre che è una bellezza, è pericoloso quasi sempre.

Baraye 7,5 – Il migliore in campo anche se non segna. E questo alla lunga lo innervosisce e lo rende meno lucido. Ma questo Yves ci piace e convince anche da attaccante centrale, dove fa quello che vuole, quando vuole.

Sereni 5 – Comincia bene ma si spegne alla distanza. Prima a sinistra, poi a destra, poco in partita.

dal 58’ Rodriguez 6 – Mette forza e muscoli in mezzo al campo, gioca come sa e fa legna difendendo il reparto arretrato.

Melandri 6,5 – Torna tirolare dopo un mese, torna al gol dopo 38 giorni. Il Micio sa ancora graffiare. Parte davatni, poi si allarga e si scambia la posizione con Baraye e Sereni. Incisivo come ai bei tempi.

Apolloni 6,5 – Cambia l’interpretazione del modulo e cambia uomini, vince e convince.     

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento