menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La nuova vita di Guazzo: corre, suda e piace a Gigi

Intanto in chiave mercato tentativo per Calaiò e Del Grosso

Il Matteo Guazzo che  i tifosi del Parma hanno avuto modo di ammirare in questi dieci giorni di ritiro è tutta un’altra roba rispetto al vecchio profilo dell’attaccante, arrivato a Parma un anno fa, quando la squadra era già formata e pronta per salire in fretta in Lega Pro, per sbarazzarsi di concorrenti poco agguerriti in maniera abbastanza veloce. Niente più musi lunghi, né broncio, solo sorrisi e grande voglia di lavorare, ottimo ingrediente per impressionare favorevolmente un sergente come Apolloni, che della cultura dell’allenamento è un maestro a tutti gli effetti. Gigi vuole solo gente che per la maglia sputi sangue, che corra e che lotti. E in questi giorni va raccontando in giro di essere rimasto favorevolmente impressionato dall’atteggiamento di Guazzo che, anche grazie a un allenamento condotto in vacanza, è riuscito a perdere chili e a presentarsi fresco e asciutto al centro sportivo. E’ stato uno dei primi a tagliare il traguardo, evidentemente aveva voglia di cominciare bene e, adesso che sta facendo tutta la preparazione con i crociati, non avrà neanche più ‘scuse’ dietro le quale nascondersi. Ha già trovato il gol in questa prima fase di preparazione, contro la Rappresentativa dei Comuni e morde il freno per l’inizio della stagione che verrà. Lui conosce (come Evacuo tra l’altro, con cui può rappresentare una coppia d’attacco potenzialmente forte) la Lega Pro molto bene, avendoci giocato per degli anni e potrebbe rappresentare davvero la carta a sorpresa che Apolloni utilizzerà in questo campionato ricco di insidie. Costantemente seguito dagli occhi attenti di Galassi e Minotti, che lo tengono sottocontrollo, ha impressionato anche loro in maniera positiva. Sa che dal lavoro dipendono le sue possibilità di poter rimanere a Parma anche per quest’anno, dato che comunque è stato confermato nella lista di quelli che vanno a comporre la squadra per la Lega Pro (giovedì era presente a Collecchio il suo agente ndc), ma resta comunque sotto osservazione. La conferma definitiva passa da questi giorni di ritiro. Prima parte ottima, corre, suda e si mette sempre a servizio di tecnico e compagni, con Nicola Campedelli, il secondo di Apolloni, ha instaurato un ottimo feeling e fa solo quelo che gli viene chiesto. Insomma, un Guazzo tutto nuovo. 

MERCATO - Nonostante questo, Apolloni cerca qualcosa di più soprattutto davanti, dove il Parma continua a lavorare sottotraccia. Secondo quanto scrive il sito Gianlucadimarzio.com, Minotti starebbe prendendo informazioni per Emanuela Calaiò, un profilo altissimo che a questo punto escluderebbe certamente la permanenza nel parco attaccanti di Christian Longobardi, sulla via del recupero, e forse pure di Guazzo. Prima punta, con un curriculum importantissimo, la cavalcata dai bassi fondi fino alla A l’ha fatta con la maglia del Napoli. Con Gonzalez ormai sfumato, ma nel calcio mai dire mai, l’obiettivo resta quello di prendere un attaccante di sicuro affidamento che possa integrarsi, per caratteristiche, con i giocatori che ci sono già in rosa. Si pensa anche ad Alejandro Rodriguez, Cesena, che Campedelli tra l’altro ha allenato già. In difesa, il nome che va per la maggiore è quello di  Del Grosso
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    I presidi: "Didattica in presenza al 100%? E' un azzardo"

  • Cronaca

    Covid: a Parma vaccinate quasi 135 mila persone

  • Attualità

    Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento