menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma 1913 | In Pilotta è grande festa, Lucarelli: "Non moriremo mai"

A vedere lo scorcio che fa da sfondo a questa serata speciale c'è da rabbrividire. Altro che serie D, altro che dilettanti, la presentazione del Parma avviene in un clima di festa che ricorda i tempi dei trofei. Lucarelli: "Con orgoglio e a testa alta vi prometto che torneremo nel posto che il Parma merita perché lo meritate voi, a discapito di quello che ci hanno fatto noi siamo ancora vivi e non moriremo mai"

A vedere lo scorcio che fa da sfondo a questa serata speciale c'è da rabbrividire. Altro che serie D, altro che dilettanti, la presentazione del Parma avviene in un clima di festa che ricorda i tempi dei trofei. C'è una voglia matta di risalire la china e di tuffarsi in questa nuova avventura targata Parma più che mai. La proprietà che ha rilevato la squadra dalle macerie dei bombardamenti Ghirardi-Leonardi è tutta fiera e sfoggia orgogliosa il marchio della rinascita. Una rinascita apprezzata anche dai tifosi che inneggiano e sostengono fin dall'inizio della serata i colori gialloblù con un gruppo in gola che vogliono presto mandare giù. Quei tifosi che ci tengono a precisare di essere il Parma. "Il Parma siamo noi" gridano quando il sindaco Pizzarotti sale sul palco a ringraziare. E vanno in delirio quando Nevio Scala sale la gradinata del palco abbastanza emozionato. Lascia cantare i Boys, per smaltire la commozione,  "sono fortunato ad avere tifosi come voi, vi ringrazio e questo evento non avrebbe avuto la possibilità di essere presentato senza i protagonisti". Quando sul palco salgono Apolloni e Minotti il pubblico va in delirio. 

maglia1-2

"E' per me - ha detto Apolloni - un'emozione pazzesca vedere questo tifo da A, io non me lo aspettavo, mercoledì a Monza mi sono emozionato. Spero di riuscire a ripagare la fiducia, io sono carico e vedere tutta questa gente mi riempie di gioia, io a Parma ho fatto qualche partita e qui ho rivisto qualche amico. Grazie a chi mi ha permesso di essere l'allenatore del Parma". Mentre i tifosi gli cantano "picchia per noi Gigi  polloni", lui sorride e risponfe: "Adesso non picchio più". "Sono orgoglioso di partire da questa nuova società che ci fa respirare un nuovo inizio. Anche Morrone è visibilmente emozionato, "di sicuro più di quando giocavo, non ho mai visto una presentazione cosi". E' il turno di Barone, campione del mondo con la.naziinale di Lippi:  "Allenare qua era il mio sogno, e appena c'è stata possibilità non ci ho pensato un attimo". Il silenzio cala, qualche lacrima scende, inevitabile, e quel groppo in gola ritorna, ritorna perché i tempi che furono vengono ripercorsi veloce, con tutti i presenti che non staccano gli occhi dal maxi schermo.  We Are Parma, un messaggio chiaro che inchioda i tifosi in una commozione pazzesca. Da pelle d'oca.

"C'è voglia di tornare in campo -ha dichiarato Capitan Lucarelli- abbiamo aspettato troppo e ora vogliamo giocare: la maglia è sempre quella, con la croce nera la prima, blu la seconda. Ora dobbiamo portarla in giro con onore, è il minimo. Ringrazio il grande tesoro che siete voi, con orgoglio e a testa alta vi prometto che torneremo nel posto che il Parma merita perché lo meritate voi, a discapito di quello che ci hanno fatto noi siamo ancora vivi e non moriremo mai". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento