menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma 1913-Ravenna 3-2 LE PAGELLE Baraye e il solito Corapi: perfetti

Yves ha segnato e ha mostrato un grade affiatamento con i compagni. Scambi, proposte interessanti e tanta corsa anche in fase difensiva. Ciccio propizia il 2-0 e detta i tempi

Dal nostro inviato
Guglielmo Trupo

PARMA -Ecco le pagelle di Parma 1913-Ravenna 3-2:

Zommers 6: Non perfetto in un paio di uscite, una gli costa il palo di Ambrogetti, per il resto gestisce bene la situazione e tocca il rigore di Innocenti. Cala l'attenzione come tutti i compagni dopo il 3-0 e perde l'imbattibilità su azione. 

Messina 7 - Non doveva neanche giocare. Un cambio all'improvviso dopo l'infortunio di Benassi. Dopo 10' con un gol insolito, apre la strada al Parma verso la laurea di Campioni di iinverno. Costante la spinta nel primo tempo, ottima la fase difensiva. Cala un po' l'attenzione nel secondo tempo ma chiude con grandissima personalità.

Cacioli 6 - Sul gol si fa infilare, complice il movimento sbagliato dei colleghi a centrocampo. Praticamente non lavora per un tempo,poi si rimette in piedi e sbaglia poco. In occasione del rigore, è stato coinvolto in maniera casuale. 

Lucarelli 6 - Cerca forsennatamente il gol, non lo trova. In compenso fa la voce grossa e becca quasi tutti i palloni indirizzati a Innocenti. Nel secondo tempo si rilassa.

Saporetti - Spinge come al solito poco sulla sua fascia, ma tiene bene e si dimostra affidabile in fase di copertura. Da considerare la solita situazione: non è il suo ruolo quello del terzino.

Giorgino 6 - Si è preso un giorno di ferie il leone, e la squadra non ne ha risentito. Fino a quando è rimasto in campo Giorgino ha dato tutto, ha chiuso e randellato, ripulito e si è affacciato in area con buon piglio.

dal 46' Miglietta 5,5 - Rientra dopo un infortunio e si fa notare più che per la corsa, per la personaliutà. gestisce qualche buon pallone ma ne perde pure, frutto di una condizione fisica non al top. 

Simonetti 7 - Si è regalato una giornata eccezionale, macchiata forse dal tocco di mano involontario che è costato il rigore. Personalità e geometrie, intelligenza e costruzione pulita di un gioco che passa attraverso ii suoi piedi. E quel pallone a Baraye per il terzo gol...

Ricci 7 - 45' di altissimo livello per il terzino trasformato in attaccante. Non è al meglio, ma ripaga l'allenatore con corsa e intraprendenza. Una partita ottima anche in fase difensiva, quando il Ravenna va ad attaccare dalla sua parte, per poco. 

dal 53' Lauria 6 - L'illustre escluso del match. Il più in forma degli uomini di Apolloni resta fuori e quando entra, come l'ultimo dei gregari, si mette a disposizione della squadra e fa anche il mediano nel centrocampo a tre. 

Corapi 7 - Un direttore d'orchestra così potrebbe andare bene anche per il Regio? Forse sì, a sentire i tifosi e a vedere le intuizioni e i tempi che detta il professore. Fa pure mezzo gol e porta sempre il primo pressing ai portatori di palla. Che qualità nell'impostazione.

dal 83' Rodriguez sv

Melandri 6,5 - Una risposta convincente alle tante domande che i tifosi si erano posti. Dov'è finito il Micio? Eccolo, tornato per la festa di Campioni di inverno con cuore, corsa e sacrificio, tutte cose che Apolloni apprezza. La qualità delle sue giocate potrebbe anche aumentare, soprattutto in zona gol, dove ne sbaglia un paio a porta vuota. Il suo voto è sicuramente condizionato da questo, ma se gioca così sempre.

Baraye 7,5 - Stavolta non si arrabbia e segna un gran gol. Tanta corsa, qualità e spirito di sacrificio. Quello che Apolloni gli chiede, in sostanza, è questo. 

Apolloni 7 - Azzeccca tutto, ma proprio tutto. E quando manda Messina in campo viene ripagato con un gol e una grande prova. L'intuizione di Corapi trequartista è ottima e paga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento