menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessio Da Cruz - foto parmacalcio1913

Alessio Da Cruz - foto parmacalcio1913

Parma, a Brescia l'ora di Da Cruz? D'Aversa ci pensa

Senza Ciciretti, che ha già cominciato a lavorare con il pallone e sarà pronto per la prossima partita, il tecnico studia le mosse per continuare la cavalcata

L'abbondanza in attacco consente per lo meno un'ampia possibilità di scelta a Roberto D'Aversa rimasto a mani vuote nell'ultimo giorno di mercato e, per di più, chiamato a gestire un reparto offensivo affollato. Problemi che fanno piacere a molti allenatori, per carità, ma la selezione non è semplicissima, anche per questioni legate agli equilibri di squadra. Se un po' abbiamo imparato a conoscere Roberto D'Aversa, l'inserimento dei nuovi - da Ciciretti a Da Cruz e Ceravolo (che può considerarsi a tutti gli effetti un nuovo acquisto), avverrà gradualmente e senza rischi.

Da Cruz probabile

Proprio per questo, il pezzo pregiato di un mercato positivo nella prima parte rimarrà ancora una volta a guardare. A meno di clamorose sorprese Amato Ciciretti non partirà per Brescia, dove si aggregherà al gruppo finalmente Alessio Da Cruz, giocatore sbarcato a inizio gennaio a Parma e che, per colpa delle due giornate di squalifica rimediate nell'ultima sfida del 2017, quando giocava a Novara, ha dovuto saltare le prime due gare di ritorno contro Cremonese e Novara appunto, la sua ex squadra che dalla sua cessione ha incassato circa 3 milioni di euro tra bonus e vari. Da Cruz sicuramente farà parte dei convocati che dopo la rifinitura partiranno per Brescia nel primo pomeriggio di venerdì per cercare l'assalto alle prime della classe in una giornata in cui il Parma potrebbe rosicchiare qualche punto alle squadre che stanno davanti (ci sarà il big match tra Palermo ed Empoli, prima e terza della classe). E nel frattempo, anche per ragioni di ambientamento e di quegli equilibri di cui sopra, D'Aversa sta provando a sorprendere il Brescia puntando sulle armi migliori: esterni e compattezza difensiva.

Munari e Scavone verso la conferma

La squadra di Boscaglia, che viene da due sconfitte consecutive e che evoca sfide d'altri tempi, non se la passa benissimo e in un ambiente che mostra fiero l'orgoglio, il Parma potrebbe contare sulla personalità di Lucarelli, Munari e Calaiò, in dubbio per via del recupero lampo di Ceravolo che ha bisogno di giocare per recuperare la condizione migliore. D'Aversa riparte dai 'vecchietti' che costituiscono ancora l'ossatura di una squadra che mira a fare cose straordinarie. Insigne e Di Gaudio, quest'ultimo insidiato da Da Cruz, potrebbero completare il tridente offensivo sorretto da una mediana solida e muscolare. Munari e Scavone ancora a protezione di Scozzarella con Di Cesare - ex di turno - pronto a riposare ancora per lasciare il posto a Lucarelli. Gazzola e Gagliolo sugli esterni difensivi, con Frattali in porta chiamato a difendere la seconda miglior difesa del campionato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Attualità

Scuola Bottego, piano allagato: gli alunni tornano a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento