menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Franco Colomba in conferenza post-Atalanta

Franco Colomba in conferenza post-Atalanta

I commenti post-gara. Colomba: "Soddisfatto, peccato per gli errori sotto-porta"

"L'arbitro? Ha valutato in maniera diversa dalla mia, Lucchini andava espulso, su Zaccardo poteva starci il rigore. Biabiany aveva un problemino. Con Valdes eravamo più offensivi dall'altro lato"

Colomba: "Oggi non è andata dentro. La continuità di prestazione che cerchiamo credo sia arrivata. Abbiamo provato a sbloccare il risultato a nostro favore ma non ci è andata bene. Abbiamo avuto due, tre palle pulite nel primo tempo per andare in vantaggio ma non ci siamo riusciti e nella ripresa è arrivata la punizione. Nonostante i loro due goal comunque abbiamo provato a rimetterla in piedi e per poco non ci riuscivamo. Penso che alla fine meritassimo il pari. La voglia di vincere ci ha giocato un brutto scherzo oggi. Il pareggio mi sarebbe stato stretto, figuriamoci la sconfitta. Cambio Floccari-Pellè? Credo sia uno stiramento, vedremo domani, lo stesso Biabiany ha avuto il riacutizzarsi di una botta subita contro il Genoa. Crespo? Ha avuto un problemino un paio di settimane fa e sta recuperando, non posso certo portare due centravanti in panchina. Giovinco meno a suo agio con Pellè? Ricordo che ha fatto due goal contro il Chievo, non è certo deleterio per lui, tra l'altro oggi era anche semiinfluenzato quindi non al meglio. Ogni partita ha la propria storia. Io invece dico, ripetiamo prestazioni di questo tipo e le soddisfazioni arriveranno. L'arbitro? Certe cose non le ho condivise, ma accettiamo le decisioni arbitrali e ne prendiamo atto"leonardi-6

Leonardi, malgrado la sconfitta, parte dal bicchiere mezzo pieno nell'analisi della gara contro l'Atalanta. "Se dopo sette minuti si fa male un nostro attaccante, se Giovinco gioca con la febbre, se Biabiany ha ricevuto un colpo e resta in campo, significa che i ragazzi hanno dato davvero tanto, contro una squadra che, se non avesse la penalizzazione, sarebbe seconda in classifica. Se il Parma pareggiava la partita giocando come nel primo tempo mi sarei arrabbiato, abbiamo perso e son ancora più arrabbiato. L'atalanta è stata ad un certo punto sovrastata, ma questo è il calcio. Abbiamo fatto di tutto peer reagire, abbiamo trovato il gol ma poi non ne avervamo più, ma ho visto una partita molto ben condotta, un buon Parma che però non ha vinto. Alla fine del primo tempo se mi avessero detto che avremmo pareggiato mi sarei arrabbiato. La partita poi è cambiato nel secondo tempo con un episodio: in seguito ad un calcio d'angolo per noi abbiamo subito questa ripartenza dell'Atalanta che ci è stata letale. Valdes? Ha dimostrato di essere un ottimo giocatore, ora è guarito, ha delle qualità che alla nostra squadra mancano e può davvero darci una mano. Brighi? Non parlo più degli arbitri, la partita non era facile da gestire, ma preferisco parlare dei pregi e dei difetti del Parma e non degli arbitri. Non sono come gli altri che si attaccano agli arbitri quando perdono. Un passo indietro nella fase difensiva? Non credo, quando prendi gol in ripartenza dal calcio d'angolo è un errore più tecnico, un episodio. L'Atalanta ha fatto la sua partita, però ha fatto due goal senza creare particolari problemi a Mirante. Ricordiamoci che parliamo di una squadra che sarebbe seconda in classifica senza penalizzazione ma oggi non ho visto un Parma inferiore. Come andiamo a Milano? Certo perdere in casa quando giochi bene è una bella batosta ma non dobbiamo avere paura. Piuttosto sicuramente non ci sarà Floccari e dobbiamo valutare anche le situazioni di Biabiany ed altri acciaccati. Crespo? Penso sia stato chiarissimo nella sua esternazione, ma non è detto che nelle prossime settimane non torni ad essere decisivo per la squadra e ci ripensi".

Colantuono soddisfatto nel giorno del suo compleanno. "Se avessimo fatto così anche senza la penalizzazione? Siamo arrabbiati perché ci siamo riaffacciati alla serie A con una zavorra. Pensate senza la partenza così che campionato avremmo potuto fare. Faccio i complimenti ai ragazzi, a volte sono stato anche pesante. Ma ne stiamo venendo fuori. Schelotto? Lavora molto, è un giocatore che per una provinciale è fondamentale. Ha tanta corsa, passo e giocate importanti. Il suo unico difetto, che potrà migliorare, è che tende ad uscire dalla partita. Ma rientra subito. In Nazionale? Sarei contento per lui"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento