Sport

Parma-Atalanta 1-3 | Crociati vivi per un tempo

Senza Inglese e Biabiany, D'Aversa perde anche Gervinho strada facendo e si arrende allo strapotere fisico e tecnico della Dea

Dal nostro inviato
PARMA - Dura solo un tempo il Parma, il primo, nel secondo soccombe anche perché – sfortunato – perde Gervinho e si spegne alla lunga, quando la Dea fa valere la sua superiorità tecnica. La rimonta è confezionata grazie a qualità, fisicità e sapienza calcistica, ingredienti che mancano al Parma, costretto ora a tifare per i risultati di altri.

Quando c’è un miniciclo di tre partite in una settimana, la prima rischia sempre di essere quella più importante. Perché indirizza gli umori, rischia di caratterizzare l’intera durata degli otto giorni. Otto giorni che finiranno con la sfida al Torino. Decisivi in un caso o nell’altro, per questo D’Aversa vuole cominciare bene e presenta al Tardini la migliore squadra possibile. Al netto delle assenze pesanti di Inglese e Biabiany, il Parma parte fortissimo e chiude addirittura recriminando un primo tempo in cui è passato in vantaggio con Gervinho (8’), ha rischiato di andare sul 2-0, è stato costretto dall’Atalanta a rimanere nella propria metà campo, ha lasciato sfogare l’avversario che ha trovato il pareggio dopo qualche tentativo andato a vuoto con Pasalic (24’) che buca Sepe e si mette le mani nei capelli quando Ceravolo si divora letteralmente il vantaggio. E può andare negli spogliatoi soddisfatto. D’Aversa però non fa in tempo a ingegnarsi che perde subito Gervinho e, dopo la sassata di Gomez che sbaglia un rigore in movimento alzato dalla traversa, sostituisce l’ivoriano per problemi muscolari, si affida a Gazzola mettendosi a tre dietro e avvicinando Siligardi a Ceravolo prima e Schiappacasse dopo. L’Atalanta però inserisce Reca per Masiello, sposta Castagne a destra nel 3-4-2-1 di Gasperini, Gomez si abbassa e va a prendere il pallone da dietro per giocarlo ad ampio raggio. Senza Gervinho il Parma non è più temibile, D’Aversa è costretto a cambiare i piani partita e a dover rinunciare a mettere il naso davanti. E passa l’Atalanta con Zapata che di tap-in sigla la rimonta fissando il punteggio sul 2-1. Su assist di Castagne che è la mossa vincente di Gasperini.

LA DIRETTA

IL TABELLINO 

PARMA-ATALANTA 1-3

Marcatori: 8' Gervinho (P), 24' Pasalic (A), 75', 94' Zapata (A)

parma-logo-nuovo-2-2

PARMA (4-3-3): Sepe 6; Iacoponi 5,5 (46' Sierralta 5,5), Bruno Alves 6, Bastoni 5, Gagliolo 5; Rigoni 5,5, Scozzarella 5,5, Kucka 6,5; Siligardi 5, Ceravolo 5 (74' Schiappacasse 5), Gervinho 7 (65' Gazzola 5,5) A disp: Frattali, Brazao, Dimarco, Diakhate, Machin, Barillà, Gobbi, Dezi, Sprocati. All: D’Aversa 5,5

Logo_Atalanta_Bergamo.svg-2ATALANTA (3-4-3): Gollini 6; Mancini 6,5 (87' Djimsiti sv), Palomino 6,5, Masiello 5 (62' Reca 6,5); Hateboer 6, Freuler 6,5, De Roon 6,5, Castagne 6,5; Pasalic 6 (54' Ilicic 5), Gomez 6,5; Zapata 6,5. A disp: Berisha, Rossi, Gosens, Piccoli, Pessina, Ibanes, Kulusevki, Barrow. All: Gasperini 6,5

Arbitro: Sig. Chiffi di Padova

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma-Atalanta 1-3 | Crociati vivi per un tempo

ParmaToday è in caricamento