menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, Barillà: “Noi stiamo con Calaiò"

“Gli vogliamo bene, gli siamo vicini. Ai tifosi dico di starci vicini”

Dal ritiro di Prato allo Stelvio Barillà parla di come stanno proseguendo questi ultimi giorni di lavoro e della solidarietà dei giocatori a Calaiò, che ha lasciato i compagni in anticipo per andare all'udienza del processo a Roma: poi è tornato con gli altri giocatori per finire gli allenamenti. 

"Manca qualche giorno al termine .esordisce Barillà- posso dire che è stato un ritiro molto positivo dove abbiamo messo benzina nelle gambe per cercare partire con il piede giusto, un ritiro dove abbiamo lavorato con serenità e sempre col sorriso stampato sulla faccia". 

In contemporanea a questi giorni di ritiro c'è stato anche il processo, che ha avuto come protagonista anche Calaiò. "Noi vogliamo bene a Calai e li stiamo vicino perchè sappiamo che ha passato un'estate difficile: tutto quello che è stato fatto è stato fatto in buona fede, per noi non è successo niente: noi li siamo vicini in tutto e per tutto e pensiamo solo ad allenarci e a stare in campo, come ha fatto lui fino ad oggi". 

Anche il mercato è stato influenzato dalla vicenda. "Sicuramente il caso WhatsApp ha rallentato un pò il mercato ma il direttore si sta muovendo e stanno arrivando ragazzi importanti: la rosa si sta completando nel miglior modo possibile. Io sono quì e tenterò di giocarmi le mie carte fino alla fine. Poi quando ci saranno gli acquisti, se arriverà qualche persona e avrò qualche richiesta la valuteremo tutti insieme ma al momento sono qui e voglio giocarmi la mia possibilità". 

"La voglia di lavorare è sempre la stessa: in tanti in dubbio ma allo stesso tempo in tanti vogliamo dimostrare il nostro valore e dare il massimo per cercare di giocarci le nostre carte"

Barillà è un giocatore duttile. "Ho iniziato facendo il laterale ma sono sempre stato impiegato più all'interno, per  quanto riguarda la duttilità penso che in un gruppo diventi due persone: tutti ci mettiamo a disposizione uno dell'altro, tutti abbiamo le caratteristiche per ricoprire diversi ruoli: non credo tanto nella duttilità ma nella voglia di dare una mano". . 

"Noi in questo momento -conclude il giocatore - stiamo solo pensando a lavorare e non stiamo tenendo in considerazione quello che avviene fuori dal campo, pensiamo a prepararci e a farci trovare pronti. Ai tifosi dico di esserci vicini ed essere ottimisti perchè noi ci siamo meritati tutto sul campo e non vediamo l'ora di iniziare questa bellissima esperienza". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento