Parma-Bologna 2-2 | All'ultimo respiro Inglese ci mette la firma

Dopo 174 giorni dal suo rientro in campo, 41 domeniche dopo, il bomber evita la quinta sconfitta consecutiva

Hernani - foto Ansa

DAL NOSTRO INVIATO
PARMA - 

Quale occasione migliore di cancellare quattro sconfitte con una vittoria nel derby che sancirebbe l’aritmetica salvezza e rilancerebbe il Parma verso un fine stagione più divertente? Niente di tutto questo. Entrambe le squadre vengono da una sconfitta, Mihajlovic non è in panchina perché è stato espulso nella gara persa 2-1 dai suoi con il Sassuolo, D’Aversa vuole chiudere i conti e rimanere sereno da qui alla fine. Da mercoledì è successo di tutto: anche che Roberto Inglese è rientrato nella lista dei convocati dopo 174 giorni. Un’ottima notizia preceduta da una cattiva: la positività da parte di un membro dello staff medico, al Covid 19 ai tamponi di venerdì. L’ultimo giro di testa ha confermato la negatività del gruppo squadra, compreso il membro dello staff che è in isolamento da due giorni. Per il Parma è scattato il ritiro, come da protocollo. Ma al Tardini la squadra è arrivata con la voglia di mettessi alle spalle il periodaccio.

I buoni propositi durano poco: al 3’ Danilo stacca su Hernani e inchioda Sepe, al 16’ Sepe stesso va giù tardi sul sinistro di Soriano. Un uno-due micidiale che atterra il Parma, in balia del Bologna. Il gioco dei rossoblù è fatto di fraseggi stretti, dialoghi che tengono li il Parma inesistente per gran parte del primo tempo. Presi d’assalto, i crociati non riescono a uscire dal pressing e non si fanno mai pericolosi: Skorupski fa zero parate e Kucka davanti, stretto tra Darmian, sì,Darmian e Sprocati non ne indovina una. Pur lottando lo slovacco deve arrendersi.

Il primo tempo si chiude con un doppio vantaggio da parte del Bologna. Un 2-0 senza appello che mette a nudo i limiti della squadra di D’Aversa. Che nel secondo tempo mette mano alla formazione e ridà linfa ai suoi. Escono Sprocati e Scozzarella, per Kulusevski e Karamoh, Kucka fa ritorno in mediana e l’assetto si rimette in equilibrio. Gioca il Parma, che al 60’ abbraccia Inglese dopo cinque mesi. Inglese che sarà decisivo. Assieme a Tomiyashu. Che alla fine prolunga la palla di Kulusevski per Kurtic, bravo e fortunato a trovarsi al posto giusto nel momento giusto, e all’ultimo secondo buca su Inglese, che torna al gol dopo 286 giorni. Un punto d’oro, un gol di piombo.

IL TABELLINO 

Marcatori: 3’ Danilo (B), 16’ Soriano (B), 48’ st Kurtic (P), 50’ st Inglese (P)

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini (38’ st Pezzella), Iacoponi, Bruno Alves (1’ Karamoh), Gagliolo; Hernani, Scozzarella (1’ st Kulusevski), Kurtic; Darmian, Kucka (15’ st Grassi), Sprocati (15’ st Inglese). All.: D’Aversa.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani (44’ Mbaye), Dijks; Medel (47’ st Ruffo Luci), Dominguez (31’ st Svanberg); Soriano, Orsolini (31’ st Skov Olsen), Sansone (31’ st Palacio); Barrow. All.: Mihajlovic.

Arbitro: Mariani

Ammoniti: Bruno Alves (P), Barrow (B).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento