Sport

Vigilia contro il Bologna, D'Aversa: "Serve un risultato positivo, contento del mercato"

Il tecnico del Parma alla vigilia del derby: "Da oggi dobbiamo immaginare che si riparta tutti da zero punti. Dobbiamo cercare di vincere più partite possibili"

Roberto D'Aversa - foto Ansa

"Dopo una settimana di ritiro, ho chiesto la conferenza stampa in presenza, ho portato tutti perché bisogna stare tutti compatti". Roberto D'Aversa è carico, spera che anche i suoi giocatori lo siano, dopo una settimana di ritiro, il tecnico del Parma vuole toccare i progressi fatti con mano. Almeno dal punto di vista mentale, più che tattico. "E’ importante. In questo momento. Ci tengo a precisare che io ho voluto questo ritiro per fare integrare i nuovi, c’era bisogno di conoscersi un po’, è stato importante capire che percorso andremo a fare da qui alla fine. In questo momento occupiamo una posizione di classifica non bella, mi basta vedere quello che hanno fatto i ragazzi in questa settimana, conosciamo le difficoltà che si possono presentare in questa partita, ma non dobbiamo essere nervosi. Le tensioni ci devono essere ma nella misura giusta".

Il mercato ha portato molti volti nuovi, D'Aversa sta cercando di valutare la situazione fino alla fine per schierare la migliore formazione possibile: "Mi riservo di fare delle valutazioni fino all’ultimo, Bani ad esempio è un giocatore che parte avvantaggiato, ha dimostrato di conoscere il campionato. Stamattina ho parlato con i ragazzi, ho detto loro che è importante il gruppo storico ma anche che i nuovi arrivati siano pronti. Si sono ben presentati tutti. Brunetta? E’ un ragazzo che si sta impegnando parecchio, la sua volontà non so quale sia, si sta allenando bene. Poi la decisione spetta al ragazzo. A una vigilia di una partita così importante, non si parla di mercato. Pellè ad esempio si allenava da solo, non si può arrivare a una condizione fisica giocando e basta. C’è un percorso da fare. Cypien? Lo conoscevo bene, ha avuto un problema che gli ha impedito di allenarsi a pieno, deve ritrovare la condizione fisica ottimale. Zirkzee? Si è allenato con la squadra, può avere delle difficoltà, lo abbiamo messo in preventivo, è stato scaraventato in un campionato nuovo… viene dal Bayern. Questa settimana mi è servita per guardarci in faccia, bisogna che sappiamo. Post Napoli c’era un allenatore arrabbiato dopo una partita persa. Se si va ad analizzare la gara possiamo dire che i due gol li abbiamo regalati. Abbiamo avuto qualche occasioni. Ho risposto a delle semplici domande, il mio nervosismo era dovuto al fatto che si è perso una partita senza aver giocato con determinazione. Una squadra che si vuole salvare non può subire un gol come quello che abbiamo subito da Elmas. Mi auguro che in campo si riporti in campo quello che abbiamo visto in settimana a Collecchio. Da oggi dobbiamo immaginare che si riparta tutti da zero punti, cercando di vincere più partite possibili. Sono molto contento di quello che il presidente e la società hanno fatto sul mercato, oggi come oggi bisogna tenersi stretto un presidente che ha tanta voglia di investire, come ha fatto il nostro". Poi si passa all'analisi degli avversari: la squadra di Mihajlovic non se la passa benissimo, ma poco importa. Ha più da perdere il Parma. "Il Bologna è una squadra organizzata, può variare il sistema di gioco, può giocare con quattro difensori e un play, tre difensori e due mediani. Ti aggrediscono in avanti, sappiamo quali sono i loro pregi. Ma domani è un derby, indipendentemente da giocare bene o male, ci deve essere l’obiettivo di volerlo vincere. La stima e il giudizio dipendono molte volte dal risultato. Ci serve un risultato positivo. Perché così possiamo affrontare quello che viene nel migliore dei modi. L’aspetto tattico è importante, ma più importante è il modo in cui si interpretano le partite". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigilia contro il Bologna, D'Aversa: "Serve un risultato positivo, contento del mercato"

ParmaToday è in caricamento