Sport

Il Parma illude ma non segna: piccolo passo avanti

Contro il Cagliari è il terzo pari senza gol. Qualche progresso nella manovra e un punto. Avanti piano

Foto - Ansa

Dal nostro inviato
PARMA – Il Parma perde un’occasione per sterzare, il sorpasso si ferma sul filo. Nonostante le premesse, la sfida offre poco o niente. Resta il problema del gol per gli attaccanti, poco riforniti. Liverani deve risolvere questo problema. Il tecnico romano deve subito rivedere i piani, il suo uomo in regia, Scozzarella deve alzare bandiera bianca all’ennesimo problema muscolare. Non è l’unica brutta notizia, l’altra arriva dopo qualche minuto: Pezzella si stende a terra, de abbandonare il campo e lasciarlo a Gagliolo. Senza Scozzarella e con Sohm dentro c’è sicuramente meno pensiero e più azione, e il centrocampo passa in mano a Kurtic, che ha sui piedi la palla giusta da imbucare. La impatta bene, ma non riesce a indirizzarla. Il Parma viaggia su frequenze rapide, è sintonizzato sul campo e con Kucka e Kurtic guadagna spesso la mediana per andare dentro e creare superiorità numerica. Ma non riesce più di tanto a preoccupare Cragno, che ringrazia un paio di volte Gervinho, poco lucido nell’assist. Inglese non può neanche battagliare, il Parma va sugli esterni e predilige gli inserimenti dei centrocampisti. Aiutato anche da un Cagliari che non punge. Cerri finché sta in campo gioca con il Parma, entra Simeone e la musica cambia.

Più pericolosa la squadra di Di Francesco, con l’argentino, ma l’occasione giusta capita sui piedi di Inglese, che con il sinistro spara alto sulla traversa. Peccato, i tempi per l’attacco dello spazio erano giusti, ma la palla era un po’ morbida. Liverani cambia tutto, si gioca l’ultima possibilità di poter dare forze fresche alla squadra. Escono Karamoh, Gervinho e Inglese, per Hernani, Brunetta e Inglese. Succede poco, un po’ di confusione , qualche palla contesa ma è lotta più che governo. E calcio se ne vede poco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Parma illude ma non segna: piccolo passo avanti

ParmaToday è in caricamento