menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto D'Aversa - foto Ansa

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Vigilia contro il Cagliari, D'Aversa: "Come contro Inter e Juventus"

"Non ci sarà Grassi che si è rifatto male e preferiamo non rischiarlo"

Dal nostro inviato 

COLLECCHIO - Contro il Cagliari il Parma è atteso alla prova del nove. Dopo il risultato strabiliante ottenuto a San Siro contro l'Inter, la squadra di D'Aversa arriva all'appuntamento di sabato pomeriggio con la carica giusta e la tensione che serve a evitare scivoloni improvvisi e scomodi. "C'è grande entusiasmo e consapevolezza di aver fatto qualcosa di straordinario, siamo motivati ed entusiasti, ma sappiamo anche che bisogna scendere in campo con quella fame e con quella voglia di fare risultato che deve dipendere dalla squadra che avremo di fronte. Servirà un atteggiamento propositivo e guai a pensare che sarà più facile. Il Cagliari viene a prenderti alto, è una squadra organizzata, sarà una partita difficile dove sarà fondamentale vincere i duelli personali, giocare sulle seconde palle e non allungarci. Il fatto di aver ottenuto un risultato importante precedentemente ci dà positività, ma senza cullarci poi troppo perché rischiamo di non dare il massimo. I punti contro queste avversarie valgono doppio e loro non sono una squadra che devono giocare per salvarsi, hanno molto di più. Con Barella, Pavoletti pericoloso sui cross, giocatori come Srna non puoi lottare per salvarti. Il Cagliari ha le qualità di una squadra media, non è l'Inter o la Juventus, ma la difficoltà è la stessa se non maggiore. Giocano in maniera totalmente diversa: Farias e Sau sono giocatori tecnici, Joao Pedro è uno che verticalizza e gioca tra le linee. Se tu ti preoccupi di non concedere profondità devi occuparti anche delle seconde palle e tenerti pronto su tutti i fronti. Una squadra che si deve salvare deve mantenere lo stesso atteggiamento sempre. Non prendere sotto gamba l'impegno è quello che ho detto alla squadra. Con il rietro di Ciciretti, Siligardi e Gervinho, Di Gaudio e altri c'è abbondanza e qualità sugli esterni e questo è molto importante. Si migliorano gli allenamenti con la concorrenza. Se abbiamo la possibilità di lavorare con più qualità durante la settimana possiamo possiamo fare molto meglio in partita. Le difficoltà le abbiamo a centrocampo, ma questo non è un alibi. Chi andrà in campo darà sempre il cento per cento per portare a casa il risultato. Non sarà convocato Grassi che si è rifatto male dopo essere rientrato con il gruppo, Gobbi ha riassorbito la botta che lo aveva fermato a San Siro, Stulac è disponibile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

  • Cronaca

    Ristoranti: ecco tutte le regole per la riapertura

  • Cronaca

    Ferito da un tronco, grave un boscaiolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento