menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ultimo incontro prima della partenza - foto parmatoday.it

Ultimo incontro prima della partenza - foto parmatoday.it

Parma | Ultimo incontro tra Scala e i suoi: sul tavolo il mercato, la società e gli abbonamenti

Giovedì mattina, il presidente e i suoi hanno messo a posto qualche situazione scoperta per farsi trovare pronti in caso dell'ok di Tavecchio: c'erano Minotti, Galassi e Ferrari, con Luca Carra e molti bambini, protagonisti della campagna abbonamenti

Ultimo incontro, in attesa della decisione definitiva che non potrà più slittare. Venerdì, nel primo pomeriggio o al massimo per ora di cena, (si spera prima), il Parma avrà un nuovo proprietario e ripartirà da Scala (se Tavecchio dovesse propendere per Parma Calcio 1913) o da Corrado (in caso di sorprese da non escludere al 100%). Si aspetta solo il responso del numero uno della Figc che, dopo tanti rinvii, un po' per il regolamento, un po' per la documentazione non pronta da parte delle contendenti, non può andare più oltre e varcare il limite che prevede una comunicazione entro il 24 luglio. Dopo le 12 di venerdì, infatti, nessuno potrà consegnare più nulla alla Figc, nè documenti, nè richieste di affiliazione per prelevare il Parma e solo allora, non è detto che Tavecchio non lo abbia già fatto sapere a chi di dovere, si conoscerà il verdetto. Per evitare di farsi trovare impreparati, Corrado nel silenzio e Scala a colpi di incontri e chiacchierate, continuano a lavorare senza lasciare nulla al caso. Infatti anche giovedì mattina, l'ex tecnico del glorioso Parma, ora presidente in pectore, ha incontrato i suoi uomini: Marco Ferrari, vice presidente, Luca Carra, direttore generale e Lorenzo Minotti, futuro direttore sportivo per parlare di società, mercato e gestione. Sì perché con ottimismo cauto, e una certa sicurezza, Scala è quasi convinto di essere il prossimo presidente del Parma. Sistemate le ultime cose a livello societario, con la base operativa individuata in Collecchio, Minotti avrebbe portato con sè una lista di calciatori graditi ad Apolloni.

NEVIO E LA CAMPAGNA - La società prima di contattare con insistenza uno piuttosto che l'altro, vuole vederci chiaro. Non ha nemmeno i documenti, Minotti, sui quali far firmare i calciatori, quindi le sue, e quelle di Nevio per ora, sono solo telefonate di cortesia per sondare la possibilità di prendere questo o quel calciatore. Dopo i contatti con il Pisa (per Arma Rachid e Lisuzzo, come vi abbiamo anticipato mercoledì), dopo i sondaggi con la Samp per Marchionni, il Parma si sta guardando intorno. Si cercano giocatori fatti, ma anche giovani di valore perché un '95, due '96 e un '97 devono essere obbligatoriamente in campo ed essere sostituiti con i loro pari età. Si era fatto il nome di Alessandro, attaccante del Pro Piacenza, arrivato nel gennaio scorso dalla Casertana e di proprietà della squadra campana. Che sta per chiudere con la Pro il passaggio a titolo definitivo di Alessandro a Piacenza. Molti soldi in ballo, per lui uno stipendio duplicato, ma i biancorossi vogliono i suoi gol. Spiazzata la concorrenza, si chiuderà a breve e a breve sarà svelata la campagna abbonamenti di Parma Calcio 1913. A lavoro da settimane, giovedì è stata definita: secondo indiscrezioni avrà come sfondo i  bambini in posa con Scala, immortalato giovedì nell'ultimo incontro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento