menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Tavecchio si astiene ancora: niente affiliazione fino al 24? Intanto...

Il numero uno del calcio italiano avrebbe fatto sapere che la sua decisione avverrà entro il termine previsto dal regolamento, cioè il 24 luglio, quando potrebbe essere troppo tardi per allestire una squadra competitiva

Niente da fare, Tavecchio non ha ancora deciso a chi affidare il Parma. Se a Magico Parma (cordata capitanata dalla famiglia Corrado) oppure a Parma Calcio 1913 (dietro alla quale c'è la creme degli industriali di Parma e provincia). E la questione diventa sempre più un rebus se si considera che il numero uno del calcio italiano aveva detto, non più tardi di una settimana fa, che il verdetto sarebbe stato emesso entro il 20. Massimo il 20. Ma che succede? In termini di regolamento, fanno sapere da Roma, Tavecchio dovrebbe comunicare la sua decisione circa la volontà di affidare il Parma all' una o all'altra cordata entro il 24, termine ultimo per presentare i documenti necessari all'affiliazione assieme ai 300 mila euro previsti dal comma 10 dell'articolo 52 delle Noif. Perché fino al 24? Perché quello è il termine fissato dalla Figc e se arrivasse un'altra cordata interessata a rilevare le macerie di una gloriosa società come il Parma, avrebbe tempo di presentare il suo progetto fino alla mezzanotte del 23. Quindi non sarebbe giusto dare vantaggi in questo senso a chi comunque si è mosso prima (essendosi mossi prima ne avrebbero tutto il diritto, ma tant'è) e, a meno che le leggi non vengano stravolte nel giro di due giorni, Tavecchio farà conoscere il suo verdetto solo al 24. A meno di clamorose sorprese, che non si devono escludere vista la situazione delicata e destinata a variare di giorno in giorno, il Parma, o meglio quello che del Parma rimane, conoscerà il suo nuovo proprietario nell'ultimo giorno utile alla presentazione dei documenti e all'iscrizione del campionato di serie D. Eppure le domande di affiliazione di entrambe le cordate sono state già depositate e inoltrate, da tempo ormai, al comitato regionale della Lnd, il sindaco si è già esposto (a favore della cordata degli industriali), inviando la sua lettera in cui specifica l'appoggio ad una delle due cordate.

Non resta che aspettare la decisione di Tavecchio e la consegna dei documenti da parte della cordata scelta dal presidente per l'iscrizione al campionato. Se solo questa scelta si conoscesse... Le contendenti (si da per scontato che sia Parma Calcio 1913 la favorita, ma le sorprese, anche qui, sono dietro l'angolo, con Corrado ancora in piena corsa) hanno una certa fretta, comprensibile per via dei tempi ristretti di allestimento di squadra e società, continuano a lavorare clandestinamente riunendosi come al tempo della carboneria, una volta in un luogo, una in un altro, in modo più o meno segreto, contattano calciatori e allenatori, da alcuni ricevono risposta affermativa, da altri negativa, altri invece preferiscono aspettare che la questione si sblocchi definitivamente prima di scegliere. E intanto il mistero si infittisce e si rischia di arrivare con l'acqua alla gola e mezza squadra da fare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento