menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma 1913 Il Natale dei crociati tra amici e famiglia: Lucarelli alle Maldive, Baraye a Parigi

Il capitano ha scelto il clima esotico, mentre il senegalese andrà in Francia. Molti sono rimasti a Collecchio per curarsi, accorciandosi di fatto le ferie

Dal nostro inviato 
Guglielmo Trupo

PARMA - C'è chi pure in questi giorni di feste, dopo il pareggio con la Sammaurese in casa, e la festa che di fatto ha dato il benservito a molti crociati, almeno per quest'anno, è rimasto a Collecchio ad allenarsi. Per farsi trovare pronto, alla ripresa, per smaltire i postumi di problemi fisici e per diminuire le conseguenze di guai muscolari e traumi. Se Longobardi, in forma smagliante dal punto di vista mentale, assalito dai tifosi del Parma durante la festa, ha dispensato sorrisi in abbondanza e sta seguendo il suo percorso di recupero a Cesena, in Romagna a casa sua, gente come Guazzo, Musetti, Trykov, Benassi e Giorgino, si allenano al centro sportivo e passeranno i pochi giorni di ferie concessi alla truppa da Apolloni con le loro famiglie. Musetti tornerà il 24 a Carrara, dai suoi, mentre Benassi sarà a Viareggio per festeggiare con il padre e la madre, proprietari di un ristorante in Toscana dove si mangia del gran pesce, mentre Giorgino rimarrà a Parma con l'amico fraterno Fabio Lauria e i suoi famigliari. Chi invece ha approfittato di questa settimana per staccare la spina e dirigersi altrove, è stato il Capitano. Lucarelli e famiglia se la spassano alle Maldive. Il meritato, anzi, meritatissimo riposo, dopo tutto quello che nell'anno solare Alessandro ha dovuto passare (tra fallimenti, tribunali, discussioni con sindacalisti, stipendi non saldati e le follie, si le follie di Manenti, dopo la ripresa e l'investitura con merito a idolo delle folle), il livornese se lo gode al mare, assieme alla sua famiglia e ai suoi figli. La spina l'ha staccata anche Yves Baraye. Il problemino al polpaccio è superato, il senegalese ha deciso di trascorrere il Natale in famiglia, a Parigi, così come il suo connazionale Fall che ha scelto la Spagna per riabbracciare i suoi cari. Mentre Sowe ha deciso di fare un salto nella 'tentacolare' Milano. Niente discoteche, per carità, solo che il ragazzo ha deciso di dividersi tra famiglia e amici. Così come ha fatto anche Kristaps Zommers, il portierone che è tornato a Riga per Natale. Corapi, il professore ha deciso di tornare a Catanzaro. Volo immediato dopo il pareggio con la Sammaurese, scalo a Lamezia e subito a respirare l'aria della sua Calabria. Pranzo in famiglia, ritorno veloce in vista delle amichevoli del 30 e del 2 gennaio. Anche il leader silenzioso, Luca Cacioli, ha scelto il conforto della famiglia e si fermerà a Fano, dove si è sposato e abita da tre anni. Toscano d'eccellenza, Cacio si farà mandare un po' di Caciucco e del pesce dai suoi amici. Qualcuno lo raggiungerà, qualche altro gli manderà dei selfie scattati dall'altra parte del mondo. Walter Rodriguez ha scelto di tornare in Paraguay, dove riabbraccerà i suoi genitori. A Luque, cittadina che sorge nei pressi di Asuncion, Walter ritrova asado ed empanados, carne e tortini di mais con formaggio. Roba tipica... . Il calore dei propri cari è stato scelto anche da Sapo che prima di volare in Spagna per il capodanno, si ferma a Forlì dai suoi. Simonetti invece ha scelto Livorno, tra parenti e famigliari. A capodanno invece baita in montagna, a Pieve Pelago con amici e fidanzata per il centrocampista toscano, una delle rivelazioni dell'anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento