menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FantAntonio vuole andarsene? - foto Tm News Infophoto

FantAntonio vuole andarsene? - foto Tm News Infophoto

Parma | Cassano inguaia i crociati: chiesta la messa in mora. Secca la smentita della società

Secondo Sportmediaset.it, e difatti confermato a Parmatoday.it dall'entourage del calciatore, il fantasista vorrebbe portare i ducali di fronte a un giudice per il mancato pagamento degli stipendi. L'ufficio legale non avrebbe ancora ricevuto nessun avviso. Arrivati i transfer per i neoacquisti

Non c'è fine al peggio: la ventata di entusiasmo portata dalla nuova società, attraverso i buoni propositi e qualche acquisto di spessore, è stata spezzata da un uragano. Antonio Cassano mette nei casini il Parma. Secondo quanto riferisce sportmediaset.it, FantAntonio ha chiesto la messa in mora della società per il ritardato pagamento degli stipendi arretrati. Dalla società filtrano smentite, ma potrebbe essere una mossa architettata da Cassano per andarsene. Stufo dell'ultimo posto, e dei mancati pagamenti, il barese, forse corteggiato anche da una o due grandi, Inter e Juventus, andrebbe via parametro zero. Cosa rischierebbe il Parma con una messa in mora? La messa in mora è un'azione giudiziale per il recupero del credito, che potrebbe portare all'istanza di fallimento, laddove la società non ottemperi al pagamento. Ci sono 8-15 giorni di tempo, se il creditore non paga ci potrà essere un decreto ingiuntivo; quando si ha un decreto ingiuntivo si può richiedere un'istanza di fallimento, ma non è sicuramente una cosa immediata. Dall'entourage del calciatore filtrano conferme. 

La società smentisce attraverso un comunicato stampa: "Con riguardo alle notizie diffuse a mezzo stampa secondo cui il calciatore Antonio Cassano avrebbe “messo in mora” il club, Parma Fc precisa che trattasi di notizia del tutto priva di fondamento. Il calciatore Antonio Cassano si è semplicemente limitato a richiedere il pagamento delle somme a lui dovute, senza però formalizzare nessun atto di “messa in mora”, né fissare termini di pagamento né preannunciare l’intenzione di intraprendere iniziative legali specifiche. Trattasi dunque di un mero invito di pagamento, del tutto inconsueto e fine a se stesso, oltre che assolutamente inutile". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento