menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Mai un Cassano così: 4 gol e un assist e Ferrero ci fa un pensiero

Le statistiche raccontano un FantAntonio al top. Solo nell'anno dell'Inter aveva iniziato così bene, con 4 centri e un assist in 6 gare. Attenzione che a lungo andare si "sgonfia": succede così all'Inter (2012-2013) e alla Samp (2010-2011)

FantAntonio non è mai stato così... fanta. Almeno all'inizio. In sei giornate 4 gol e un assist e già secondo posto nella classifica cannonieri. Nemmeno ai tempi della Roma, quando nel 2003-2004 segna 14 gol stabilendo il suo record di reti in A, Cassano parte così bene. Un avvio del genere è accostabile solo a quello avuto con l'Inter, nella stagione 2012-2013 quando, in sei giornate, segna 4 gol e riesce a indirizzare a rete un compagno. Con la differenza che, in quell'inizio, gioca tutte le partite, invece con il Parma di questo incipit, ne salta una per infortunio, la prima con il Cesena. Niente male per FantAntonio che si trascina via i numeri positivi e risulta essere una delle note più liete di questo inizio con il Parma che viaggia all'ultimo posto in classifica e che è atteso dalla sfida delicatissima di Bergamo, dove l'anno scorso si è imposto con un secco 0-4. Altri tempi, ricordi sbiaditi, lontani, come la forma migliore di una squadra che stenta a ritrovare certezze. L'emorragia di gol, in sei giornate, sono 14, è stata bloccata con l'amichevole di giovedì scorso, contro lo Shakhtar Donetsk. Cassano non ha giocato, ma è pronto a sguainare la sciabola contro la Dea, a cui ha segnato già cinque gol, collezionando quattro assist decisivi. Numeri che, però, fanno un po' preoccupare.

Quando Cassano parte bene, a lungo andare si inceppa, si sgonfia. Gli è successo con l'Inter, nonostante l'inizio sprint, quando (2012-2013) quando è riuscito a segnare solo 7 gol, e con la Samp (stagione 2010-2011) prima di passare al Milan. Con Di Carlo in panchina, segna 3 gol in sei giornate, con un assist e una media voto molto alta (6,4 come con i nerazzurri). Poi si porta dietro la scia dei problemi con Garrone, rimane fuori e va al Milan, concludendo con soli 8 centri. Preoccupato, Donadoni non lo è, fin che segna... . L'anno scorso, alla sesta giornata, Cassano mette a segno solo un gol, senza assist alcuno. I numeri però parlano chiaro, con un inizio in sordina Antonio si esalta e arriva in doppia cifra, quasi sempre. A sostegno di ciò ci sono le annate con la Roma e la magnifica stagione centenaria con il Parma, quella che gli è valsa il Mondiale. Con numeri del genere, Ferrero se lo guarda da lontano. Mica tanto, perché in occasione della sfida con il Genoa, qualche suo "amico stretto" e collaboratore era al Tardini a vedersi FantAntonio. Da Genova, sponda Doria, trapelano alcune indiscrezioni che lo vorrebbero all'assalto di Cassano già a gennaio. Visti i risultati e le condizioni economiche in cui versa il Parma, Ghirardi potrebbe pensarci su. Di sicuro a fine campionato, il presindente blucerchiato contatterà Leonardi, ma prima Cassano deve salvare il Parma.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento