menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Mirante - Tm news Infophoto

Antonio Mirante - Tm news Infophoto

ESCLUSIVA - Parma, Mirante "assolto", l'agente: "E' sereno"

"Non è stata certa colpa sua se la barriera si è aperta nell'occasione del gol di Lodi. Il mercato? Se qualcuno è disposto a comprarlo vedremo...", ha spiegato Silvano Martina

Il Parma è “malato” e l’unica cura medica che serve in situazioni come queste si chiama vittoria, quella che manca dalla sfida con il Palermo. Era il 5 gennaio quando Amauri con la sua zampata spazzava i rosanero. Da allora mai più tre punti in una gara, con una classifica brillante nella quale il Parma forse si è specchiato un po’ troppo. Che ora lo vede in una posizione non a rischio, per carità, ma sulla parte sinistra, dove non era mai stato in questa stagione. Con il rischio concreto di essere superato da avversari, fino a qualche domenica fa lontani tanti punti, ora prossimi concorrenti in due sfide più difficili da affrontare dal punto di vista psicologico che non sulla carta. Samp e Torino non sono mica Barcellona e Manchester, ma di questi periodi potrebbero diventarlo. Un momento psico-fisico delicato, forse anche in qualche giocatore chiave. Problemi che non sembra accusare Mirante, ultimo a finire sul banco degli imputati per i due gol subiti, in particolare sul primo dove è apparso poco reattivo sulla punizione di Lodi. Ma il suo agente, portiere anche lui, lo difende a spada tratta e lo sottrae da ogni tipo di accusa che potrebbe essergli rivolta. “Non è certo colpa di Mirante se la barriera si è aperta – spiega Silvano Martina -. Anzi sul raddoppio ha anche cercato di evitare che la palla finisse in rete direttamente, ma è stato sfortunato. Non è colpa del suo infortunio, nella maniera più assoluta. Mirante era pronto e il suo recupero record lo ha testimoniato. Grazie ad uno specialista venuto dall’Ucraina che ha accelerato il suo recupero e lo ha portato ad essere disponibile”. Mirante non si tocca quindi, è guarito a differenza del Parma, sta benone e qualcuno, sotto forma di sondaggi,ha messo anche gli occhi su di lui, come la Roma. “Se è vero che può lasciare la squadra nel prossimo mercato? Non penso, anche se tutto è possibile. Se c’è qualcuno che lo compra certo che può lasciare”. Quindi in caso di una grande squadra Mirante sarebbe pronto a sedersi a tavolino e a discutere, assieme al suo procuratore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento