menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma - Chievo 2-0 | Belfodil e Rosi, buona la prima al Tardini

Con il gol del francese e dell'ex giallorosso, i gialloblòù battono i clivensi. Prova condita da qualche bella giocata di Biabiany, con la difesa che rischia poco

Nessuno si esalti, nessuno si demoralizzi. Il risultato è ingannevole, la prova di Pabon non sufficiente, ma nessuno si esalti e nessuno si demoralizzi. Tre punti e 0 gol subiti, buon bottino per ora, ma il gioco, lento e macchinoso a tratti, va rivisto. Il Chievo si chiude e il Parma soffre a cercare la porta, poco movimento davanti, con Biabiany costretto agli straordinari, bravo a sfruttare i pochissimi spazi e a crearseli, Ottimo quando manda in gol Rosi, con una carezza che non si poteva sbagliare, Carezza è stata anche quella dell'esterno appena entrato, felice per la sua prima rete con la maglia gialloblù, con tanto di esultanza rabbiosa. Qualche critica dopo la Juve cancellata da una finta e un tiro di destro. Altro che carezza quella che Belfodil, un montante di testa impossibile da prendere.
Donadoni conferma le indiscrezioni della vigilia e si affida alla coppia B&P, Belfodil e Pabon con Biabiany a destra e Gobbi a sinistra, gli esterni di un centrocampo a cinque, rifinito da Valdes e Parolo, con Galloppa pronto a inserisi e spezzare le manovre degli avversari. Zaccardo, Paletta e Lucarelli sono la cerniera difensiva, con Mirante in porta. Di Carlo, ex della gara, si affida a Guana come schermo davanti alla difesa, con Cruzado e non Thereau in regia. Il francese affianca Pellissier con Di Michele in panchina.

IL MATCH - Il rientro in mezzo al campo di Galloppa si avverte sin dall'inizio. Va bene che il Chievo non è la Juve, ma il numero 8 gialloblù si mette in mostra da subito, con un inserimento, come chiede Donadoni. Peccato che la palla di Parolo sia un attimo lunga, con il Chievo che incassa e riparte a fatica ed è racchiuso nella conclusione di Thereau. Di Carlo chiude bene gli spazi, con Valdes che porta troppo palla, causa lo scarso movimento delle punte. Il cileno se ne accorge e decide di fare da solo, lui sa come si fa, ma stavolta non mira bene e il suo cucchiaio non impensierisce Sorrentino che, al 32' deve arrendersi a Belfodil bravo a lanciarsi in anticipo su Dainelli e a girare di testa la palla dell'1-0. Il numero 9 c'è, il colpo di testa ricorda tanto un certo Crespo, i tifosi si gustano il "regalo" del Bologna e festeggiano. La risposta del Chievo si fa attendere con Donadoni he serra i ranghi e tiene alta la concentrazione, senza rinuncioare all'attacco. E mentre Thereau cerca il fallo (che forse c'era) in area, Paletta lo tocca, Pabon corre e crossa dall'altro lato, con la manovra gialloblù che a tratti è avvolgente.

LE PAGELLE

Pronti via e il Chievo prova a scrollarsi di dosso lo svantaggio con Thereau, che viene fermato in posizione di fuorigioco, e con Guana che viene chiuso in angolo. Il Parma, nonostante in vantaggio, non brilla e si affida alle giocate di Biabiany, con Pabon che si vede davvero poco e Valdes che fa fatica a servire palloni agli attaccanti statici, finchè Donadoni non decide di affidarsi a Palladino, che rileva un impalpabile numero 88. Di Carlo risponde con Di Michele per un Cruzado mai pericoloso. Al contrario di Pellissier che prima di lasciare il posto a Moscardelli impegna Mirante che in tuffo neutralizza la sua bomba. Il Chievo finisce qui, il Parma no. Sostituisce Belfodil con Rosi e, indovina chi segna? Proprio Rosi, che sfrutta un taglio di Biabiany e si fa trovare pronto su assist del francese, mette a sedere Cesar e pure Sorrentino, andando a raccogliere gli applausi convinti della curva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento