menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto D'Aversa - foto Ansa

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Vigilia contro il Chievo, D'Aversa: "Settimana difficile, ma siamo pronti"

Il tecnico in conferenza stampa: "Ci spiace per quello che è successo a Grassi. Dezi torna in lista, Siligardi e Di Gaudio recuperati"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Non è stata una settimana facile per Roberto D'Aversa. Il Parma ha perso a San Siro, c'è l'amarezza di aver disputato una buona partita che però non ha portato punti a una squadra che avrebbe meritato qualcosa in più. Però questa è una parentesi che D'Aversa apre e chiude in conferenza: "Ho detto ai ragazzi che bisogna pensare solo a dove migliorare. Avevamo palla, abbiamo perso il possesso e abbiamo preso gol. E' vero, abbiamo fatto una buona partita a Milano, ma siamo tornati a casa con zero punti, non potevamo essere contenti, ma questo non significa che dobbiamo perdere l'entusiasmo. In ogni allenamento ci deve essere l'entusiasmo. L'episodio di Grassi ci ha fatto finire nel peggiore dei modi". Adesso conta solo il Chievo: "Non bisogna guardare la posizione del Chievo, ma analizzare la squadra da quando è arrivato Di Carlo. Si rivede lo spirito del Chievo classico, quello che lotta su ogni palla. Con la Lazio avrebbero meritato qualcosa in più, sarà una partita difficile, dobbiamo avere equilibrio. Non ci sarà Gervinho, ci dispiace, ma ci dispiace anche e soprattutto per quello che è successo ad Alberto Grassi. I ragazzi sono rimasti un po' scossi da questa situazione, a dimostrazione che non si pensa solo all'io personale. Questa situazione mi ha dimostrato di avere un grande gruppo. Come se ci fossimo fatti male tutti. Le assenze? Sono tranquillo perché ho visto una squadra che si allena con la massima intensità, ho giocatori che possono sopperire alle assenze. Chiaro che le scelte definitive le farò domani, aspettiamo. Rigoni ad esempio ha fatto quasi tutto il campionato, se dovesse giocare lui bisogna ricordare che è stato un titolare fino a un mese e mezzo fa. Domani è diverso rispetto al Frosinone, vengono qui con la voglia di dover vincere la partita, sono in una posizione di classifica che richiede la vittoria a tutti i costi. Tatticamente con 4-3-1-2 ti puoi allungare, loro verticalizzano e attaccano la profondiità, lavorando sulla seconda palla. Il gioco ti porta ad allungare, ma bisogna essere compatti sia in fase difensiva ma soprattutto in fase offensiva. Bastoni? Se vuole diventare un top deve migliorare in alcuni aspetti. Se si va ad analizzare gli episodi abbiamo visto che ha fatto partite strepitose, ha delle caratteristiche ottime per quanto riguarda l'impostazione ma deve migliorare sull'aspetto della concentrazione. E' giovane, ma se migliora sotto questo aspetto diventa un giocatore forte. Era magari abituato a giocare sul riferimento prima mentre noi marchiamo in maniera diversa. Stulac con Scozzarella? Dipende da quello che chiedo. Se c'è un trequartista che ti viene a prendere il play si può giocare con due giocatori bravi a impostare. Rientra Di Gaudio, rientra Siligardi. Vediamo fino all'ultimo momento. Ciciretti? Sta facendo bene, su di lui è coinciso il fatto che appena è entrato la partita è cambiata, ma la colpa non è sua. Stamattina è stato inserito il lista Dezi, è un ragazzo che lo merita. Il mercato? Parleremo più avanti".

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento