menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, Coly non fa drammi: "Saremo pronti per Modena"

"In questo periodo ci stiamo facendo infilare troppo facilmente, ma sabato non ripeteremo certi errori"

Dal nostro inviato 

COLLECCHIO  - Mentre Coly affronta i problemi del giorno dopo, i ragazzi di APolloni sullo sfondo provano a smaltire l'eliminazione dalla Coppa Italia, per mano di un Pro Piacenza infinitamente più innocuo del Parma. Nessuno, con due risultati a disposizione, poteva pensare ad un tracollo del genere, nemmeno il più pessimista dei tifosi. Neanche Coly che ieri ha cercato di limitare i danni e che giura che l'allenamento della mattina era già previsto. "No, questa sessione serve per avvicinarci al campionato". E qualcuno pensava che fosse 'punitivo' questo allenamento.... . Giocando di sabato, contro il Modena, il Parma deve smaltire le tossine e cercare di trasformare le paure in energia positiva. "Dobbiamo stare più attenti - dice Coly -. Io mi adatto a quelle che sono le soluzioni del il mister. Nella difesa a tre sono un centrale, ma posso giocare in tutti i ruoli. La squadra è ancora in fase di costruzione. Ci stiamo conoscendo, ci troveremo meglio giocando insieme, siamo in sette o otto nuovi ed è normale non avere dei meccanismi oleati. Ci vuole tempo". L'esordio è alle porte, Coly non dà percentuali sullo stato di forma del Parma. "Abbiamo ancora un ampio margine di miglioramento, dal punto di vista del modulo dico che dobbiamo ancora assimilarlo, solo con il lavoro possiamo arrivare a esprimerci al meglio". 
Ma la Coppa Italia è già finita, quindi qualche partita in meno Coly e il Parma l'hanno calcolata. Nessun dramma per l'uscita prematura, anzi, "sono contento per certi aspetti che alcune situazioni si siano verificate ora. Certo, vincere aiuta sicuramente a vincere ma dall'altro lato sono emerse certe situazioni da migliorare e per fortuna si sono palesate prima dell'inizio del campionato. La marcatura a zona ti toglie certe responsabilità, ti porta a pensare in modo individualistico. Devi tenere la posizione e guardare anche l'uomo, dobbiamo fare attenzione alle incursioni degli avversari evitando di fargli prendere la palla. A uomo è sempre uno contro uno, a zona, fatta bene, è difficile da smontare. Ci stiamo facendo smontare troppo facilmente. Dal punto di vista della partita in sè non abbiamo corso pericoli nè concesso nulla agli avversari. C'è un passo ulteriore per meccanizzare tutti gli schemi. Io mi trovo bene con tutti, Giorgino ha fatto quel ruolo che non è il suo, ma si è adattato bene. Per quello che mi riguarda sto facendo dei passi avanti, sono in crescita e siamo pronti e preparati per questo inizio di campionato. Con il lavoro possiamo avere soddisfazioni da qui in avanti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 125 nuovi contagi e un morto

  • Cronaca

    Parma da oggi in zona arancione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento