rotate-mobile
Sport

Parma, Cristian Ansaldi: "La fede mi ha aiutato nei momenti difficili"

Porterò per sempre nel mio cuore la promozione con il Parma

Il Parma è tornato in Serie A. Per Cristian Ansaldi l'obiettivo è stato raggiunto. Il giocatore ha deciso di lasciare il club dopo due stagioni. "Missione compiuta: l’obiettivo era riportare il Parma in Serie A e ce l’ho fatta. Ora vorrei tornare in Spagna" ha dichiarato in un'intervista a Cronache di Spogliatoio. 

"Il 26 dicembre, dopo la trasferta a Brescia - continua l'intervista - ho registrato un video con il nostro direttore sportivo Pederzoli. Diceva: ‘Andiamo in Serie A’. 5 mesi dopo si è realizzato davvero. Porterò per sempre nel mio cuore la promozione con il Parma. Ricordo i pianti dei miei compagni quando abbiamo perso tutto lo scorso anno ai playoff: i sacrifici e gli sforzi fatti erano stati inutili. Ora piangono tutti comunque, ma sono lacrime diverse. Durante la stagione ce lo ripetevamo sempre: ‘questo è l’anno giusto’. Io lo dicevo anche a casa alla mia famiglia: devi sempre crederci. Quest’anno abbiamo vinto segnando molte volte nei minuti finali: è la fortuna dei campioni. L’anno scorso non succedeva mai" 

Poi la fede e Dio come riferimento principali nei momenti difficili, anzi terribili, della malattia del figlio di 5 anni. 

"Quando ero all’Inter nel 2016, i medici hanno trovato un cancro a mio figlio di 5 anni. È stata una delle cose che ha segnato la mia vita. In quel momento pensi: ‘hai soldi, hai tanti amici, ma a che serve tutto ciò se poi la vita da sola ti dimostra che la cosa più importante che hai, cioè tuo figlio, potrebbe andar via all’improvviso?’. In momenti così difficili uno potrebbe mettere tutto in discussione, io invece sono sempre rimasto connesso alla mia fede. Ho sentito una pace incredibile dentro di me. Puoi fare di tutto, ma tanto l’ultima parola spetta a Dio"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, Cristian Ansaldi: "La fede mi ha aiutato nei momenti difficili"

ParmaToday è in caricamento