menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Ansa

foto Ansa

Ride anche il Crotone: al Tardini il Parma perde faccia e partita

La squadra di D'Aversa incassa 4 gol, regalando una storica vittoria ai calabresi che passano con Magallan (14), ripresi da Hernani (29'). Il pari dura poco: al 42' Simy, al 45' Ounas gelano Colombi. Pari di rabbia con Gervinho (49') e Mihaila (54'). Decide il rigore di Simy (69')

Dal nostro inviato
PARMA – Finisce 4-3… per il Crotone. Come a Cagliari, come è successo spesso in un’annata drammatica sportivamente parlando. Eppure la partita il Parma l’aveva ripresa: peccato che dopo il 3-3 ha dismesso in anticipo, e inconsciamente, l’assalto di una squadra che si è sfaldata. Ancora una volta. Come sempre. Un anticipo del prossimo campionato, uno sguardo su quello che sarà. Lo si capisce non solo dalle squadre in campo (si affrontano le peggiori difese), ma anche per le scelte di Roberto D’Aversa, che comincia a sondare eventualmente chi l’anno prossimo potrebbe essere da Parma. Oltre ai buoni propositi però, c’è anche la partita da giocare. Con Sepe ormai messo da parte, tocca a Colombi difendere la porta, violata al secondo affondo. Prima l’aveva fatta tremare Messias, che con un sinistro fantastico incrocia la traversa. Il gol come sempre arriva dopo il primo calcio d’angolo, con Golemic che affossa Busi superandolo nello stacco. Una sentenza. Oltre al gol, puntuale arriva anche l’infortunio. Si fa male Man, ennesimo problema muscolare, entra Gervinho ma è il Crotone che fa la partita. Con Messias a tutto campo, Cigarini che cuce e Zanellato che aiuta. Per fortuna che il loro reparto difensivo balla (non che quello del Parma sia solido, lo vedremo), perché Djidji si dimentica di Hernani, earriva il pareggio. 1-1. Che dura 13’, perché Ounas si beve Bani, mette dentro per Simy che fa 2-1, dopo che Dierckx gli ha steso il tappeto rosso. In mezzo la possibilità per Gervinho di ribaltare il punteggio, ma l’ivoriano sembra fare un altro sport, dato che si dimentica il pallone e se lo porta fuori.  Parma imbarazzante, ma al peggio non c’è mai fine: a un passo dalla fine del primo tempo, Ounas imbuca da fuori. 3-1. Finisce l’ennesimo primo tempo da incubo, di una squadra che si sfalda alla prima occasione. C’è da ricomporre i pezzi, per giocare almeno un secondo tempo.

Entrano Pellè e Osorio per Kurtic e Bani, cambio di modulo: 4-2-4 per provare a recuperare una gara segnata. E il gol arriva dopo 5’: Cornelius spizza, Gervinho si invola in area e di sinistro fredda Cordaz. Poi la partita la riacciuffa Mihaila. 3-3, sembra tutto rimesso in carreggiata. Peccato che il Parma voglia sorrpedere anche se stesso in negativo. Reca fa tutto da solo, per gentile concessione di Busi, Hernani e Osorio, che lo stende in area. Trasforma Simy. E’ il punto più basso di un Parma segnato nell’animo. La pagina più brutta della stagione, una fotografia desolante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Il parco Vezzani torna a nuova vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento